COVID: SINDACO NERETO CONTRO GOVERNO, “TENUTA SOCIALE DEL PAESE A RISCHIO, MODELLO ITALIANO NON HA RETTO”

27 Ottobre 2020 21:08

NERETO – “Il modello italiano non solo non ha retto neanche un giorno alla prova della riapertura ma ha fatto registrare scelte opinabili come bonus, banchi a rotelle, trasporto pubblico etc., mentre mancano medici, infermieri, e la cosiddetta medicina territoriale non è adeguatamente attrezzata e risente spesso di scelte (non solo politiche) discutibili. Questo lo voglio dire a chiare lettere”.

A parlare è il sindaco di Nereto, Daniele Laurenzi, che critica senza peli sulla lingua le scelte del governo prese per arginare la crisi sanitaria dovuta dalla pandemia.

“Le ultime misure disposte dal governo danneggiano moltissime attività e spaccano ancor di più il paese generando gravi ripercussioni economiche e sociali. La tenuta sociale del Paese è a rischio perché chi protesta evidentemente non ha lo stipendio sicuro al 27 del mese”.




Sulle manifestazioni di questi giorni nelle varie piazze italiane riferisce che “le proteste sono legittime la violenza no. Mai” ma aggiunge “al governo dico: non bastano questa volta non meglio specificati indennizzi, occorrono soldi direttamente nei conti correnti e congelare tasse e tributi fino alla cessata emergenza”.

Inoltre afferma che “qualsiasi provvedimento che limita le nostre libertà e compromette la vita economica di attività e famiglie doveva /deve essere accompagnato da sostegni celeri e chiari”. (i.m.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: