COVID: STUDENTI E PRECARI ‘NOI STIAMO A CASA. MA COME PAGHIAMO AFFITTI E BOLLETTE?”

8 Aprile 2020 15:44

PESCARA “Noi restiamo acasa, ma ci sarebbe anche l'affitto e le bollette da pagare”

A ricordarlo un neo-costituito cooridnamento, abruzzese e italiano, di giovani, studenti e precari dall’Abruzzo che chiedono a gran voce la sospensione di affitti e utenze.

“Oggi, noi studenti e giovani precari di tutta Italia ci siamo riuniti per portare avanti una lotta che purtroppo continua a rimane silente e rilegata al nostro “piccolo”… e questo non è giusto! Questo ci ha portato a rivolgerci ai giornali sperando che questo nostro grido possa “viaggiare” il più lontano possibile. Questa emergenza globale ha condotto anche noi studenti (fra cui tanti fuori sede) e precari a rinunce di ogni tipo. E tra queste anche quella di lavorare e ricevere un introito che ci faceva vivere o che nel nostro piccolo ci permetteva di non gravare sulle nostre famiglie per sostenere il nostro corso di studi, la nostra vita famiglie che ora sono in difficoltà come tutti”. 






“E quindi adesso? – si chiedono i firmatari dell'appello – Nei vari decreti emanati dallo Stato si parla di didattica a distanza, di sostegno alla spesa attraverso i buoni pasto, di cassa integrazione… ma noi, che dobbiamo continuare a pagare affitti e utenze? Dove siamo? Noi che nonostante tutto stiamo seguendo alla lettera le regole che il governo ha adottato e che abbiamo sempre pagato ogni mese l’affitto e le bollette? Adesso che siamo noi a chiedere un aiuto allo Stato, dov’è? Visto che nessuno ci da risposte ci stiamo organizzando con una campagna nazionale per la sospensione degli affitti e delle utenze, supportati anche da associazioni sindacali che stanno cercando di fare pressioni a Governo e Regioni, ma nel frattempo viviamo in balia di zero garanzie”. 

“Ci mettiamo anche nei panni dei nostri proprietari di casa, che comunque hanno delle tasse da pagare e magari recepiscono la loro mensilità tramite il nostro affitto…e proprio per questo pensiamo che la soluzione non può che venire da Governo e Regioni. Perché nessuno vuole far nulla?”, conclude l'appello. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: