COVID: SUPERATA SOGLIA 80% ITALIANI VACCINATI. ABRUZZO NELLA MEDIA, DA OGGI TERZA DOSE OVER 60

FOCUS SU DATI MINISTERO PER FASCE DI ETA', PERCENTUALE PIU' BASSA TRA I 12 E 18 ANNI. LOCATELLI, "CONTAGIO CALA, DATI EPIDEMIOLOGICI TRA I MIGLIORI D'EUROPA"

11 Ottobre 2021 07:00

Italia: Abruzzo

L’AQUILA – Sono ancora 8.393.051 gli italiani over 12 che non hanno ricevuto alcuna dose del vaccino anti Covid. Si tratta del 15,54% della popolazione vaccinabile. Di questi, 2.987.859 sono ultracinquantenni, 3.996.994 nella fascia di età dei 20-49 anni e 1.408.268 in quella dei 12-19 anni. La percentuale di ventenni vaccinati è più alta rispetto a quella che si rileva nella fascia d’età 40-49 anni.

L’Abruzzo si difende bene è i dati della sua campagna di vaccinazione sono nella media, e superiore rispetto alla fascia dei 12-19 anni.

Sono però 195.580 abruzzesi che non hanno ancora ricevuto almeno una dose di vaccino.

Chi ha compiuto 60 anni di età potrà intanto ricevere da oggi la terza dose contro il Covid. La Regione Abruzzo ha subito recepito la circolare del ministero della Sanità specificando che sarà Pfizer il vaccino utilizzato per questa vasta categoria di cittadini che potrà anche abbinare la dose gratuita contro l’influenza. Tutti coloro che saranno convocati per la della terza dose potranno scegliere, anche in Abruzzo, di ricevere contemporaneamente anche il vaccino contro l’influenza stagionale. La vaccinazione concomitante è riservata alle categorie ultra fragili, quelle indicate dalle disposizioni della struttura commissariale nazionale. Oltre ai fragili, potranno vaccinarsi da subito con la terza dose anche gli over 80 e il personale sanitario. La stessa opportunità sarà garantita agli ospiti delle Rsa e delle residenze protette per anziani.  Terza dose e vaccino antinfluenzale si potranno ricevere inoltre sia negli hub vaccinali rimasti attivi fino a ora, sia negli ambulatori dei medici di medicina generale che hanno aderito alla campagna

Gli italiani che hanno completato il ciclo vaccinale sono 43.215.224, l’80,01% della popolazione over 12. È quanto emerge dal report del governo aggiornato a sabato sera.

E’ stato quindi raggiunto l’obiettivo dell’80% di vaccinati che era stato indicato dal commissario straordinario all’emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo.

Gli italiani con almeno una dose sono 45.724.019, pari all’84,66% degli over 12 mentre la terza dose è stata ricevuta da 292.462 persone, come emerge dal report settimanale del Governo sulle vaccinazioni.

“Siamo chiaramente in una situazione largamente favorevole. Abbiamo una curva epidemiologica probabilmente migliore di tutta Europa però sottolineiamo in maniera molto chiara che abbiamo raggiunto questi risultati attraverso la campagna vaccinale e attraverso comportamenti responsabili”.

Così il presidente del Consiglio superiore di Sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli che aggiunge: “Non solo la situazione epidemiologica è favorevole ma continua a migliorare e la riapertura delle attività lavorative, così come delle scuole, al momento non ha impattato negativamente”.

A seguire il focus sulla vaccinazione per fasce di età, in Italia e un Abruzzo.

Over 80: in questa fascia d’età il 94,96% ha già ricevuto la prima dose o dose unica di vaccino contro il Covid. Nessuna regione fa registrare un dato inferiore all’80%. Ultima a livello di adesioni è la Calabria con l’81,68%, mentre sfiorano il 100% Toscana, Veneto, PA Trento ed Emila Romagna

L’Abruzzo è all’84% per prima dose, 82,7% per seconda dose.

Per la fascia 70-79 si è arrivati al 91,97% tra coloro che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino o la dose unica. Anche in questo caso nessuna regione scende sotto quota 80%. Chiudono la classifica Calabria con l’85,45%, mentre il primato va alla Puglia con il 97,09%.

L’Abruzzo è al 90% per una dose, e 88,9% per entrambe le dosi.

Nella fascia 60-69 si è all’88,88% delle persone ha ricevuto la prima dose o la dose unica. Poco sopra la soglia dell’80% troviamo solo la Sicilia con il 83,18%, mentre il primato va sempre alla Puglia con il 94,94%.

L’Abruzzo è all’88,8% per una dose, all’86,5% per entrambe le dosi.

Fascia di età 50-59 anni: l’85,13% ha ricevuto la prima dose o dose unica. Il tasso più basso di vaccinazioni si registra in Sicilia con il 79,84%. Primeggia il Molise con il 92,10%.

L’Abruzzo è all’84,2% per una dose, all’80,5% per le due dosi.

Fascia 40-49 anni: l’80,62% ha già ricevuto la prima dose di vaccino o la dose unica. Fanalino di coda la Sicilia con il 75,60%. Guida la classifica il Molise con l’85,93%.

L’Abruzzo è al 79,9% per una dose, al 75,2% per entrambe le dosi.

Fascia di età 30-39 anni: qui si è arrrivati al 79,70% tra coloro che hanno ricevuto la prima dose o la dose unica di vaccino. La copertura più alta la troviamo in Toscana con l’84,83%. Chiude la classifica la Calabria con il 72,57%.

L’Abruzzo è al 78,4% per una dose, e al 72% per entrambe le dosi.

Fascia di età 20-29 anni: l’84,79% ha ricevuto la prima dose o dose unica. A guidare la Lombardia con il 92,37%, mentre in coda troviamo la Sicilia con il 74,46%. L’Abruzzo è all’86,5% per una dose e all’80% per entrambe le dosi.

Infine la fascia 12-19 anni:  69,12% ha ricevuto la prima dose o dose unica di vaccino. Il numero più alto si registra in Sardegna con il 77,70%, mentre il più basso sempre a Bolzano con il 53,22%.

L’Abruzzo è al 70,7% per una dose e al 63,1% per due dosi.

ULTIMO BOLLETTINO IN ABRUZZO

Sono 6 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Abruzzo nelle ultime ore, di età compresa tra 3 e 63 anni, emersi dall’analisi di 705 tamponi molecolari e 1.195 test antigenici: il tasso di positività è pari allo 0.01%. Il totale dei positivi dall’inizio dell’emergenza sale così a 81.630.

Il bilancio dei pazienti deceduti non registra alcun nuovo caso e resta fermo a 2.549. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 77.666 dimessi/guariti (+85 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo, calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti, sono 1.415 (-79 rispetto a ieri). Nel totale sono ricompresi anche 416 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche.

49 pazienti (invariato rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 6 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1.360 (-79 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 20.773 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+4 rispetto a ieri), 20.785 in provincia di Chieti (invariato), 19.675 in provincia di Pescara (+2), 19.614 in provincia di Teramo (invariato), 669 fuori regione (invariato) e 114 (invariato) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

DA  OGGI TERZA DOSE PER OVER 60

Chi ha compiuto 60 anni di età potrà ricevere da oggi la terza dose contro il Covid. La Regione Abruzzo ha subito recepito la circolare del ministero della Sanità specificando che sarà Pfizer il vaccino utilizzato per questa vasta categoria di cittadini che potrà anche abbinare la dose gratuita contro l’influenza.

La circolare di Speranza  dà il via libera alla somministrazione di una dose booster, cioè di richiamo dopo il completamento del ciclo, a mRNA e a distanza di almeno 6 mesi dalla seconda dose, indicandone l’utilizzo prioritariamente – oltre che agli immunodepressi e immunocompromessi, over 80 anni e personale e ospiti dei presidi residenziali per anziani – anche per over 60 e persone con “elevata fragilità”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
  1. blank
    COVID ABRUZZO: 6 NUOVI CASI, NESSUN DECESSO E 85 GUARITI
    PESCARA - Sono 6 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Abruzzo nelle ultime ore, di età compresa tra 3 e 63 anni, emersi dall'analisi di 705 tamp...
Articolo

Ti potrebbe interessare: