COVID: UIL E CISL, “INDENNITA’ IN REPARTI COVID NON RINNOVATA, INCONTRO URGENTE CON VERI'”

1 Aprile 2021 12:28

PESCARA – Il ripristino delle indennità per il personale sanitario dei reparti covid è una battaglia di tutti i lavoratori. E tutti i lavoratori unitariamente chiedono che la Regione stanzi i fondi, sanando una palese ingiustizia.

Anche i segretari regionali di Cisl Fp, Vincenzo Mennucci, e della Uil Fpl, Giuseppe De Angelis, dopo la prima richiesta del 5 marzo 2021 senza risposta, tornano a chiedere all’assessore regionale Nicoletta Verì un incontro urgente per poter discutere del mancato rinnovo degli indennizzi, cessato al 31 dicembre 2020.

“È molto importante – dicono Mennucci e De Angelis – che ci sia compattezza per vincere questa battaglia: solo così si riuscirà ad equiparare medici ed infermieri impiegati nei reparti covid a quelli di altri reparti con particolari condizioni di lavoro, come ad esempio quelli che operano nelle malattie infettive. Siamo in presenza, infatti, di una palese disparità di trattamento, che ad oltre un anno dall’inizio della pandemia proprio non possiamo permetterci. Tutto il personale interessato merita questo riconoscimento che, tra l’altro, renderebbe concreto l’impegno più volte annunciato dai vertici per la valorizzazione di chi sta in prima linea nella lotta alla pandemia”.

“Per il mondo sindacale, non è tempo di fughe in avanti o di interventi alla ricerca della visibilità: l’assessore – concludono i due segretari – convochi subito il tavolo di confronto con tutte le organizzazioni dei lavoratori. Ne va del futuro della nostra sanità, ne va del futuro della nostra gente”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: