COVID, VARIANTE BRASILIANA A POGGIO PICENZE. SINDACO: “LO ABBIAMO SAPUTO DAI GIORNALI”

26 Gennaio 2021 19:45

POGGIO PICENZE – “Non c’è dubbio che la vicenda dell’individuazione della variante brasiliana sul nostro territorio comunale dimostri che il sistema sanitario messo a punto dai vertici regionali funzioni, ma che il sindaco e l’amministrazione comunale interessati o addirittura la famiglia contagiata ne siano venuti a conoscenza solo successivamente, tramite i media locali e nazionali ha quasi del surreale”.

Sono le parole del sindaco di Poggio Picenze, Antonello Gialloreto a seguito della notizia, diffusa dal governatore della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, di tre casi positivi alla variante brasiliana nel piccolo centro dell’Aquilano.

Il primo cittadino lamenta di essere venuto a conoscenza della situazione solo dopo la nota del presidente, rilanciata dalle testate locali e sottolinea che si tratta “dell’ennesima falla del sistema di comunicazione di un ente che, in una situazione del genere, avrebbe dovuto dimostrare vicinanza o quantomeno tatto nei confronti dei cittadini che governa, evitando di scatenare un vero e proprio caso mediatico e, indirettamente, di contribuire alla diffusione di notizie imprecise sull’età e sulle generalità degli stessi contagiati”, dice ad AbruzzoWeb.




Per l’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, “questa vicenda dimostra che il sistema funziona. Abbiamo subito messo in atto tutte le procedure e siamo stati in grado di intercettare la variante, grazie alle eccellenze che abbiamo in Abruzzo. I risultati sono stati messi subito a disposizione dell’Istituto superiore di sanità”.

La famiglia – composta da un uomo italiano, dalla moglie di origini brasiliane e dai loro due figli – è rientrata in Italia nei giorni scorsi. Sono risultati positivi donna e i due bambini. La scorsa settimana, una volta che i tamponi sono risultati positivi, mentre si procedeva al sequenziamento del genoma del virus, in parallelo è stata eseguita l’indagine epidemiologica con il tracciamento dei contatti. Sono una settantina le persone individuate nell’ambito del tracciamento, sono già state contattate dalle autorità sanitarie ai fini dell’isolamento fiduciario o del monitoraggio.

“Come amministratore locale, mi sento in ogni caso di rassicurare ancora una volta tutti gli abitanti di Poggio Picenze visto che, come ho già avuto di comunicare nelle scorse ore, la situazione è sotto controllo da una settimana circa, cioè da quando la famiglia in questione è stata sottoposta al primo tampone di ritorno dal Brasile e, a positività accertata, si è subito isolata nella propria abitazione”, conclude il primo cittadino.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!