COVID, VIMINALE: POSTI ASSEGNATI E DISTANZIATI A TEATRO

24 Aprile 2021 18:07

ROMA- Gli spettacoli previsti nelle sale teatrali, da concerto, cinematografiche, nonché nei live club e in altri locali o spazi anche all’aperto, dovranno svolgersi in via esclusiva, con posti a sedere preventivamente assegnati, e a condizione che sia assicurato il mantenimento della distanza interpersonale di un metro, sia tra gli spettatori non abitualmente conviventi, sia tra il personale addetto ai lavori.

Lo afferma il Viminale nella circolare indirizzata ai prefetti dopo il decreto legge sulle riaperture in vigore dal lunedì 26 aprile. Il Viminale, quale capienza massima dei locali, individua “una misura non superiore al 50 per cento rispetto a quella autorizzata” e fissa un “limite di partecipazione agli spettacoli in 1000 unità per le iniziative all’aperto e in 500 spettatori in ogni singola sala, per quelle nei luoghi chiusi”.

Se non sarà possibile osservare queste misure, “lo svolgimento degli spettacoli non è consentito”.  “La norma – si precisa ancora – conferma la sospensione delle attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Ti potrebbe interessare: