COVID: ZERO MORTI DOPO 6 MESI, CALANO RICOVERI, CELANO UNICO COMUNE IN ZONA ROSSA

7 Maggio 2021 13:56

PESCARA – In attesa di conoscere il dato ufficiale relativo all’indice RT, che potrebbe salire di pochi centesimi di unità, in Abruzzo si registra una situazione pandemica sotto controllo, ed il dato che più incoraggia è che dopo sei mesi si registrano zero vittime.

A seguito della riunione dell’unità di crisi di ieri sono usciti dalla mezzanotte dalla zona rossa San Pio delle Camere e Barisciano in provincia dell’Aquila ed entra da sabato Celano, sempre in provincia dell’Aquila, unico comune dunque d’Abruzzo con le massime restrizioni e dove si sarebbero attivati focolai a seguito di feste di compleanno con numerosi invitati. Una intera classe e docenti della sede distaccata di Ragioneria è stata messa in quarantena di Celano, dopo che  è risultato positivo al tampone uno studente.

Decolla anche la campagna di vaccinazione: nella sola giornata di ieri le somministrazioni sono state 12.763, oltre il target delle 10.750 indicato da Figliuolo. Salgono a 152.897 gli abruzzesi vaccinati anche con seconda dose. e con questo ritmo si può arrivare all’obiettivo del 70% di popolazione vaccinata in regione il 29 agosto,  in anticipo rispetto al 18 settembre che è data prevista in media a livello nazionale.

Una settimana dove la pressione ospedaliera è scesa ulteriormente segnando un miglioramento di carattere generale.

L’ULTIMO BOLLETTINO

Sono 174 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Abruzzo nelle ultime ore, di età compresa tra 1 e 98 anni, emersi dall’analisi di 4.385 tamponi molecolari e 1.905 test antigenici: il tasso di positività è pari al 2.8%. Il totale dei positivi dall’inizio dell’emergenza sale così a 72.090.

Per la prima volta, dopo mesi, l’Abruzzo azzera i decessi legati al Covid-19: nel bollettino diffuso oggi dalla Regione non vengono segnalate nuove vittime. Non succedeva da sei mesi e, in particolare, dallo scorso 8 novembre. Il bilancio delle vittime resta fermo a quota 2.422. Il tasso di letalità, a livello regionale, è pari al 3,36%. Del totale, 1.958 – pari all’81% – fa riferimento alla seconda e alla terza ondata. Il 14 settembre 2020, infatti, si registrò il primo decesso dopo una tregua estiva andata avanti circa 40 giorni. Il record di vittime comunicate in una sola giornata, ben 37, risale allo scorso 11 marzo. Dall’inizio dell’anno ad oggi i decessi sono stati 1.217, ovvero il 50,2% del bilancio complessivo.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 61.506 dimessi/guariti (+173 rispetto a ieri).

Del totale dei casi positivi, 18.007 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+46 rispetto a ieri), 18.642 in provincia di Chieti (+80), 17.864 in provincia di Pescara (+2), 16.835 in provincia di Teramo (+45), 556 fuori regione (+2) e 186 (-1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 46, di cui 14 in provincia dell’Aquila, 21 in provincia di Chieti e 11 in provincia di Teramo.

Gli attualmente positivi in Abruzzo, calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti, sono 8.162 (+1 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 1.034.981 tamponi molecolari (+4.385 rispetto a ieri) e 421.866 test antigenici (+1.905 rispetto a ieri).

320 pazienti (-15 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 29 (-1 rispetto a ieri con un nuovo ricovero) in terapia intensiva, mentre gli altri 7.813 (+17 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Ti potrebbe interessare: