CRISI DI GOVERNO: QUAGLIARIELLO, “UNITA’ NAZIONALE, NON APPOGGIO AD ARMATA BRANCALEONE”

14 Gennaio 2021 16:46

L’AQUILA – “La nostra è una posizione  dialogante, ma questo non significa non avere delle opinioni ben precise. Vorrei riavvolgere il nastro della legislatura, e ricordare che questa maggioranza è una squadra allestita per fare al serie C e ora, con la crisi pandemica deve fare la coppa dei campioni, serve qualcosa di diverso, serve l’unità  nazionale, non si può chiedere semplicemente l’appoggio a questa maggioranza, che solo ora, a leggere i loro hashtag, ‘Io sto con Conte’, da armata Brancaleone si è riscoperta  una coalizione”.

Così nell’intervista in diretta streaming su Abruzzoweb, il docente universitario napoletano Gaetano Quagliariello, eletto nel 2018 nel collegio uninominale L’Aquila-Teramo sostenuto dalla coalizione di centro-destra,  in quota Idea-Cambiamo.

“E’ senz’altro una crisi anomala – prosegue Quagliariello -,  per la cornice in cui è nata, nel mezzo di una crisi economica e sanitaria, di una campagna di vaccinazione estremamente difficile, nel mezzo della partita decisiva dell’utilizzo dei fondi europei”




Alla domanda: “Conte l’ha chiamata? Le ha chiesto un supporto?”, Quagliariello risponde: “Da Giuseppe Conte non mi aspetto nulla e Conte non si aspetta nulla da me. Noi resteremo a fare opposizione corretta e dialogante, se non ci sarà un cambio di scenario. Se Conte troverà i numeri per andare avanti, andrà avanti. La via maestra, però dal punto di vista costituzionale, è quello di tornare al voto”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: