CRISI MAGGIORANZA L’AQUILA: LEGA, ”CAPOLINEA VICINO”, SILVERI RISPONDE CON SELFIE E IRONIA SUI SOCIAL

8 Agosto 2019 10:42

L'AQUILA – Clima teso, in Regione e in Comune, in seguito alla nomina dei direttori generali delle Asl di L’Aquila e Chieti, le prime importanti previste nell’ambito dello spoils system.

In attesa di conoscere la linea della Lega abruzzese, che per oggi pomeriggio alle 16 ha indetto una conferenza stampa “per importanti comunicazioni” con tema “Verifica dell'azione di governo della Regione Abruzzo” presso l’Hotel Carlton di Pescara, all'Aquila la maggioranza risulta sempre più spaccata, con frizioni interne, scambio di battute e “frecciatine” anche sui social.

Ieri, in una nota, il capogruppo in Consiglio comunale della Lega, Francesco De Santis, aveva lanciato un “avvertimento” all'amministrazione: “Siamo arrivati al limite della sopportazione e, se questo atteggiamento di costante tensione e di totale indifferenza nei confronti del Consiglio continuerà a persistere, il capolinea è molto più vicino di quanto ci si immagini”.

Poco dopo, su Facebook, il consigliere del Gruppo Misto, Roberto Junior Silveri, ha postato un selfie, cartellina in mano e autobus sullo sfondo, nella sede dell'Ama, con una frase chiaramente riferita a De Santis, “Mentre qualcuno si preoccupa di produrre fantomatici comunicati stampa, qualcun altro si preoccupa di produrre soluzioni per problemi reali”. 

Un post seguito dagli hashtag #scansetelecreature e #nonsimollaunmillimetro, acclarato motto di Silveri.






Le fibrillazioni sono iniziate per la nomina, a sorpresa, effettuata ieri sera nel corso della seduta aquilana del Consiglio regionale dal presidente della Regione, Marco Marsilio, di Fratelli d’Italia, dei due direttori generali dalle Asl provinciali dell’Aquila, Roberto Testa, e di Chieti, Francesco Zavattaro.

Il casus belli è la nomina del dg provinciale dell’Aquila, per la quale i salviniani, soprattutto attraverso il volere del deputato Luigi D’Eramo, puntava su Ferdinando Romano, ex docente d'Igiene alla facoltà di Medicina dell'Università Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara, ex direttore dell’Agenzia sanitaria regionale abruzzese ai tempi del centrodestra Gianni Chiodi, poi direttore generale della Asl Roma D (Ostia e territori limitrofi) nominato da Renata Polverini, ex presidente di centrodestra della Regione Lazio.

L’iniziativa di Marsilio, insomma, è stata vissuta come un blitz dai salviniani, che invece attendevano di parlare di nomine nella riunione dei partiti di maggioranza prevista nei giorni scorsi e poi saltata per il forfait della stessa Lega. 

Per conoscere come la Lega ha scelto di procedere, bisognerà attendere la conferenza di oggi pomeriggio. (a.c.p.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!