CRM FOR RETAIL A L’AQUILA: LA VETRINA SMART E VIRTUALE DENTRO LO STORICO NEGOZIO DI CALZATURE MAZZITTI 1938

3 Luglio 2019 14:12

L'AQUILA – “Crm for retail”, una vetrina digitale, smart e interattiva, che ha aperto le sue saracinesche virtuali nel centro storico dell'Aquila, dentro Mazzitti 1938. 

Molto più di un negozio di calzature, ma quasi un'istituzione, tra le attività del capoluogo, che ha accompagnato, letteralmente, i passi di generazioni di aquilani.  

E che ha riaperto i battenti il 30 maggio scorso, su corso Federico II, al civico 24 di Palazzo Manieri, dopo l'esilio forzato causato dal sisma del 6 aprile 2009.

Ad illustrare la novità smart, realizzata dalla Disignum di Milano, è il titolare Christian Ceddia.

“Ci tenevamo molto ad offrire ai nostri clienti – esordisce l'imprenditore -, in questa nuova fase della nostra attività, un servizio che è in linea, in una città in ricostruzione, con l'esigenza di rinnovare, di guardare al futuro, di esplorare nuovi territori”.





Crm for retail, in sintesi, è uno schermo interattivo da 49 pollici, in cui il cliente può visionare, e valutare nel dettaglio, tutte le collezioni e prodotti. In questo caso scarpe che rappresentano il top del made in Italy, a prezzi accessibili. Anche prodotti non esposti negli scaffali del negozio, ma comunque disponibili. Si può acquistare anche direttamente, con un paio di click. Ci sono poi giochi per i bambini, in modo tale che finalmente non si annoino oltremodo mentre i genitori, sopratutto quelli particolarmente esigenti e indecisi, trascorrono anche ore nell'occhiuta e meditata scelta delle loro scarpe ideali. C'è anche la possibilità di scattarsi un selfie, e condividerlo direttamente, per immortalare il lieto evento dell'acquisto.

“Sono contento di aver avviato questo progetto con Christian, qui nel centro storico dell'Aquila, – spiega Marco Andolfi, ad di Disignum -. Il primo in città, ed anche in Abruzzo. Per il cliente il vantaggio è di poter visionare al meglio il prodotto, confrontare i prezzi e le caratteristiche, anche in modo autonomo, senza il supporto del personale, senza dover attendere, come può accadere, il suo turno. Per il negoziante il vantaggio maggiore è che può esporre anche i prodotti che sono in magazzino, o di collezioni degli anni precedenti. A Milano – prosegue Andolfi – questo servizio sta avendo molto successo, tra i grandi negozi di moda. C'è anche la possibilità di implementarlo, ad esempio per monitorare il numero di passaggi e i tempi  di sosta davanti alla vetrina. E in generale contiene già tutta la 'materia prima' digitalizzata, su cui impostare eventualmente un'attività di e-commerce, o un efficace promozione on line e sui social”.

“La vita qui nel centro storico – allarga lo sguardo Ceddia – dopo il terremoto è molto cambiata. Sono diverse le abitudini, il modo di vivere. Ma sono ottimista: spero che questo sia davvero l'anno zero per la rinascita della città. Del resto lungo l'asse centrale la ricostruzione è pressoché conclusa. Ora deve tornare la gente a viverci, in questi bellissimi palazzi. E denovo tornare anche molti uffici dislocati el post-sisma in periferia. Un problema resta quello dei parcheggi. Spero che sia risolto, anche perché è la premessa imprescindibile per l'auspicabile pedonalizzazione del centro storico. Da parte nostra – conclude Ceddia -, continueremo a fare il nostro mestiere: offrire prodotti di qualità e artigianali, davvero realizzati in Italia, non solo sulla 'carta', dopo un'attenta valutazione, andando oltre al semplice marchio e brand”. ft

LA DIRETTA VIDEO
Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!