“DALLE MONTAGNE AL MARE”: A CUGNOLI CONVEGNO PER RISCOPRE LA CIVILTA’ DELLA TRANSUMANZA

16 Giugno 2024 09:48

Pescara - Cronaca

PESCARA – Dalle Montagne al Mare: questo il titolo del secondo appuntamento di Transumanze festival, in programma a Cugnoli, sabato 22 giugno, a partire dalle ore 18 presso la Sala Consiliare di Tinozzi.

L’evento si aprirà alle 18:00 con una tavola rotonda dove si discute di come non disperdere il patrimonio della Transumanza e dei Tratturi, riattualizzandolo alla luce della sostenibilità ambientale e di un rapporto più equilibrato con la natura.

Alla tavola rotonda, condotta dai giornalisti Paolo Di Giannantonio (inviato speciale e conduttore del Tg1) e Pierlisa Di Felice, parteciperanno “Peppone” cav. Giuseppe Calabrese, il popolare conduttore di Linea Verde, autore di una recente puntata della trasmissione proprio in Abruzzo, Andrea Giampietro, che parlerà della transumanza nella letteratura italiana a cominciare da Gabriele d’Annunzio, il dottor Alessandro Di Loreto, coordinatore generale Associazione Tratturo Magno 4.0 , già Presidente Fondazione Aria e Capo Dipartimento Economie Territoriali PCM Palazzo Chigi, il  dottor Antonio Di Loreto, già funzionario della Soprintendenza Archivistica, autore di libri e documentari sul tema, e Setak, il cantautore abruzzese che canta in dialetto, elogiato ed apprezzato da Mimmo Locasciulli, ospite della prima giornata del Festival.





Ad introdurre la giornata il documentario “Transumanza i Segni del Tempo”, di Antonio Di Loreto, realizzato con il Patrocinio del Ministero per i Beni Culturali e della Soprintendenza Archivistica per l’Abruzzo.

Alle 21:00 esibizione del cantautore Setakche, con le sue canzoni ritroverà le atmosfere e le nostalgie di chi è partito, di chi parte e di chi partirà…

“Dopo il grande successo della prima giornata del 25 Maggio – dichiarano Giancarlo Sciarra, Sindaco del Comune di Cugnoli e Lanfranco Chiola, Vice Sindaco e Coordinatore dell’Area Omogenea 5 – “questo secondo appuntamento ha l’intento di radicare sempre più il tema della Transumanza e dei Tratturi sui nostri territori, riscoprendo la matrice identitaria della nostra terra”.

Precisa Lanfranco Chiola “Ricordiamo che l’evento nasce nell’ambito di un progetto organico dell’Amministrazione Comunale di Cugnoli, volto non solo a ricostituire il patrimonio immobile dopo il sisma attraverso la rigenerazione urbana, ma anche alla ricostruzione del tessuto sociale, attraverso azioni finalizzate a rendere il borgo sempre più attrattivo.





D’altro canto, il Comune di Cugnoli è Capofila del progetto “Le Ciclovie della Transumanza – AO5” che vede coinvolti tutti i Comuni dell’Area Omogenea 5: scopo di tale progetto è favorire la ricostruzione immateriale nei Comuni colpiti dal Sisma, attraverso la Transumanza ed i Tratturi, radici identitarie d’Abruzzo. Ed in questo ambito si inserisce il Transumanze Festival, quest’anno alla sua prima edizione e che sarà riproposto anche negli anni prossimi”.

Continua Chiola: “Anche la seconda giornata del Festival della Transumanza si presenta come momento culturale con ospiti di livello, un’occasione di studio, riflessione e festa, sul tema della Transumanza, profondamente legata alla Storia ed all’Identità della nostra Regione”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: