DECRETO SISMA: PEZZOPANE, ”50 ARTICOLI PER I TERRITORI TERREMOTATI”

30 Novembre 2019 15:32

L'AQUILA – “Il Decreto dà molte risposte e passa dai 9 iniziali articoli a ben 50 articoli. Ognuno è una risposta ad un problema”.

Così la deputata Pd Stefania Pezzopane che oggi ha partecipato ad una affollata conferenza stampa al Nerocaffé, a L’Aquila, per raccontare a cittadini ed amministratori le iniziative comprese nel Decreto sisma appena approvato alla Camera. Hanno partecipato anche sindaci, amministratori e cittadini. Presente anche l'ex sindaco del capoluogo Massimo Cialente.

Pezzopane si è detta “Felicissima per la soluzione al blocco degli aumenti dei pedaggi” e ha spiegato: “il mio emendamento era solido come il Gran Sasso! E non è caduto né di fronte agli attacchi strumentali e nemmeno con il giochetto del subemendamnto della Lega che toglieva le coperture e quindi avrebbe prodotto la bocciatura”.

“Ho vinto una battaglia che portavo avanti da anni con tanti sindaci e cittadini – ha aggiunto Pezzopane – Il Decreto nella versione originaria, si occupava del terremoto 2016-17, ora sono compresi tutti gli eventi sismici e le relative ricostruzioni. Si istituisce finalmente il Coordinamento di tutti i terremoti presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, si prorogano tutti i precari per tutto il 2020, si salvano i 700mila del mancato Festival Incontri, si liberano 48 milioni di euro nei comuni del cratere 2009 grazie al mio emendamento sui sottoservizi e sulle opere nei comuni”.

E ancora: ” si stanziano un milione e 500 mila euro per i bilanci dei comuni e si autorizza il Comune dell’Aquila per un milione di euro alle deroghe per assunzione del personale precario, si proroga la durata degli impianti di sci in Abruzzo e per il cratere 2016-17 ci sono oltre alle 200 assunzioni da fare ancora, altri 2 milioni di euro per assunzioni nuove di personale amministrativo contabile, 100 milioni dei risparmi della Camera sono assegnati sia ai Comuni che ad un Programma di sviluppo modello 4% anche per il terremoto del CentroItalia”.

“E poi proroga dello stop ai mutui di enti e cittadini fino al 2021, proroga per il dimensionamento scolastico fino al 2023, misure per gli imprenditori agricoli, autocertificazione per la ricostruzione privata e programmi regionali per le piccole conformità, 2 milioni art bonus per il CentroItalia,  fondo di garanzia per le piccole imprese, eliminata l’Imu per gli immobili inagibili, abbattuta al 40% la somma delle tasse sospese e da restituire, 50 milioni per contratti di sviluppo e tanto altro. Altro che!”.

“Si stanno dando le risposte concrete che si attendevano da tempo. Ora per me ci sono tre obiettivi: la legge quadro ricostruzione, la legge per i familiari vittime e Tavolo straordinario per le risorse umane della ricostruzione presso il Ministero della Funzione Pubblica per proroghe e stabilizzazioni”, ha concluso la deputata Pd.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: