DIFFAMAZIONI, INSULTI E MINACCE SUI SOCIAL DA PROFILO FALSO: E’ GIALLO A CAGNANO AMITERNO

10 Agosto 2022 21:55

L'Aquila - Cronaca

CAGNANO AMITERNO – Riferimenti precisi alle persone del luogo ma con vicende e ricostruzioni inventate, di dubbia utilità, insomma i panni sporchi lavati sui social da chi si nasconde dietro un profilo falso, che appare e scompare a intermittenza.

Come nelle “pasquinate” alimentate dalla fantasia di Gabriel García Márquez, è giallo a Cagnano Amiterno, paese di poco più di mille anime alle porte dell’Aquila, dove da qualche giorno si è riaffacciato l’incubo di un’entità misteriosa, “Le Spighe 2022”, che continua a pubblicare post su Facebook, spiattellando senza troppe cerimonie i fatti degli abitanti del posto.

Non si capisce quale sia lo scopo, il perché di tanto livore nei confronti dei compaesani, vittime di scritti diffamatori, insulti e offese di ogni genere.

“È un fatto di una gravità inaudita – lamenta ad AbruzzoWeb una delle persone prese di mira – Nei mesi scorsi è successo anche ad altri concittadini che, come me, si sono rivolti alle autorità per denunciare questi episodi, purtroppo al momento non abbiamo novità”.

Diverse, viene riferito, le segnalazioni alla Polizia postale ma i post continuano ad essere pubblicati senza criteri precisi, con il profilo Facebook che viene attivato e disattivato all’occorrenza.

L’ultima uscita in ordine di tempo viene raccontata così: “Io e la mia famiglia siamo stati infangati, sono stati raccontati fatti estremamente privati, senza rendersi conto dei danni che si possono causare. È già successo che qualcuno si sia tolto la vita per casi di diffamazione, per la vergogna di dover portare una croce troppo grande per poter uscire di casa”.

“Fortunatamente ho avuto la forza di reagire, di rispondere al primo post con un altro ma questo ha provocato una reazione a catena con altri post pieni di minacce ed insulti, che ora non ci sono più”.

“È davvero un incubo, è inspiegabile tanta cattiveria e, allo stesso tempo, questa totale mancanza di coraggio che impedisce al soggetto in questione di metterci la faccia”. (a.c.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: