DIMINUISCONO LE DONAZIONI DI SANGUE IN ABRUZZO, CAMPAGNA SOCIAL PER INVERTIRE LA TENDENZA

di Marianna Galeota

14 Giugno 2016 17:53

L'AQUILA – “Una capillare campagna di comunicazione su social network e mass media per sensibilizzare la cittadinanza alla donazione del sangue”.

È uno degli interventi che metterà in campo la Regione Abruzzo per invertire la rotta del trend negativo regionale che nel 2015 ha visto una riduzione delle donazioni del 4 per cento.

Ad annunciare le prossime iniziative il direttore del Centro regionale sangue Pasquale Colamartino, intervenuto al convegno 'La donazione di sangue in Abruzzo: Riorganizzazione della rete trasfusionale regionale alla luce delle nuove normative europee', organizzato dall'Avis dell'Aquila.

Ed è proprio il capoluogo abruzzese l'unico in controtendenza rispetto al calo regionale: L'Aquila, infatti, secondo i dati dell'Avis provinciale ha registrato nel 2015 un incremento nelle donazioni di circa il 10 per cento. Il dato fornito dalla Asl aquilana è di 5 mila iscritti e 12.500 donazioni all'anno. La città con più carenza è invece Chieti.




A livello regionale, invece, nel 2012 le donazioni totali sono state 66.150, mentre nel 2015 sono scese a 63.439.  

“Il dato complessivo è un dato in diminuzione e c'è sicuramente la necessità di intraprendere azioni mirate da parte della Regione e delle aziende sanitarie, in collaborazione con le associazioni donatori di sangue – ha proseguito – In alcuni specifici territori ci possono essere situazioni migliori rispetto alla media regionale, ma senza dubbio i trend sia nazionale che abruzzese sono negativi”.

Tra gli interventi concreti messi in campo dalla regione per rendere l'Abruzzo una regione autosufficiente rispetto alla richiesta di sangue, “già dalla prossima settimana l'assessore alla Sanità Silvio Paolucci aprirà un tavolo con le associazioni per rinegoziare la convenzione che esiste con le associazioni – ha precisato – Andranno rivisti tutti gli strumenti per rilanciare la tematica delle donazioni del sangue.La campagna mediatica, invece servirà per reclutare nuovi donatore e meglio fidelizzare quelli esistenti”.

Sono intervenuti al convegno anche Maria Rita Cassiani, presidente Avis comunale L'Aquila, Giulio Di Sante (Presidente Avis Regione Abruzzo), Antonio Iulianella presidente Avis provinciale L'Aquila, Luigi dell'Orso, primario del servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Asl01, Luciana Celeste, volontaria Servizio Civile Nazionale in Avis, le associazioni del territorio, il vicesindaco dell'Aquila Nicola Trifuoggi e lo chef stellato William Zonfa, ambasciatore di Avis nel mondo. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: