DISOCCUPAZIONE RECORD: ISTAT, 46% DEI GIOVANI ITALIANI E’ SENZA LAVORO

3 Giugno 2014 12:17

ROMA – Il tasso di disoccupazione ad aprile resta fermo al 12,6% rispetto al mese precedente segnando un aumento di 0,6 punti rispetto allo stesso mese di un anno fa.

E così il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 216 mila, diminuisce dello 0,4% rispetto al mese precedente (-14 mila), ma aumenta del 4,5% su base annua (+138 mila).

Il numero degli occupati scende invece a 22 milioni 295 mila, in diminuzione dello 0,3% rispetto al mese precedente (-68 mila) e dello 0,8% su base annua (-181 mila).

A rivelarlo è l'Istat nella sua consueta indagine che riguarda il dato provvisorio di aprile e quello del primo trimestre di quest'anno.

RECORD DISPOCCUPAZIONE NEL PRIMO TRIMESTRE






A fare impressione è soprattutto il dato relativo al primo trimestre del 2014. La disoccupazione ha raggiunto il 13,6%, in crescita di 0,8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si tratta, in base a confronti annui, di un massimo storico, ovvero del valore più alto dall'inizio delle serie trimestrali, partite nel 1977. Secondo i dati diffusi oggi nel primo trimestre del 2014 il numero delle persone disoccupate ha sfiorato i 3,5 milioni, salendo precisamente a 3 milioni 487mila (in aumento di 212mila su base annua). Nel nostro paese oltre al tasso di disoccupazione in aumento, con un numero di senza lavoro oramai pari quasi a 3 milioni mezzo continua a scendere anche il numero degli occupati. Che sono in diminuzione sia ad aprile dello 0,3% rispetto al mese precedente (-68 mila) che su base annua dello 0,8% (-181 mila). Anche passando ai numeri grezzi, non destagionalizzati, del primo trimestre del 2014, gli occupati risultano in calo, con una perdita di 211 mila persone al lavoro su base annua (-0,9%).

BOOM DI GIOVANI SENZA LAVORO, SOPRATTUTTO AL SUD

Anche il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni è salito ancora raggiungendo nel primo trimestre un picco mai raggiunto prima balzando al 46,%.

Nei primi tre mesi del 2014 la disoccupazione giovanile è aumentata di 0,4 punti percentuali su mese e di 3,8 punti su anno. Anche in questo caso si tratta, in base a confronti annui, di un massimo storico, ovvero sempre del valore più alto dall'inizio delle serie trimestrali, partite nel 1977. Il tasso di disoccupazione tocca il suo picco nel Mezzogiorno, dove vola al 21,7% nel primo trimestre del 2014.

E tra i giovani (15-24 anni) raggiunge addirittura il 60,9%. In pratica sono 347mila i ragazzi in cerca di lavoro nel Sud, pari al 14,5% della popolazione in questa fascia d'età. Per quanto riguarda il dato di aprile i disoccupati tra i 15 e i 24 anni risultano 685 mila. con una incidenza sulla popolazione in questa fascia di età pari all'11,4%, invariata rispetto al mese precedente e in aumento di 0,8 punti su base annua. Sempre ad aprile il tasso di disoccupazione dei 15-24enni ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 43,3%, in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 3,8 punti nel confronto tendenziale.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: