DISPERSI SUL VELINO, RICERCHE RIPRESE ALL’ALBA;
MICRO-CARICHE PER RIMUOVERE NEVE

27 Gennaio 2021 08:24

L’AQUILA – Sono riprese questa mattina intorno alle 7, le operazioni nella Valle Majelama, sul massiccio del Monte Velino, per ricercare le quattro persone disperse dalla serata di domenica.

Ampliata l’area delle operazioni che stanno coinvolgendo un centinaio di soccorritori da tutta Italia, tra Soccorso Alpino, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Polizia di Moena e 9^ Reggimento Alpini di L’Aquila. All’opera anche le unità cinofile, con 9 cani addestrati alla ricerca delle persone sotto le valanghe.

Le attività odierne sono iniziate con il trasporto in quota a bordo degli elicotteri dei soccorritori, sono state impiegate anche delle speciali cariche esplosive, giunte dal Soccorso Alpino della Valle d’Aosta, per bonificare le creste e far scendere neve pericolosa accumulata dalla valanga. Questa operazione consente di far scendere la neve che potrebbe ostruire il passaggio dei soccorritori.

I soccorritori “sentinelle” si sono invece posizionati in aree strategiche delle creste montuose per monitorare la stabilità del manto nevoso. Ieri sono state elitrasportate le unità cinofile e alcune squadre del Soccorso Alpino che hanno effettuato diversi tentativi di ricerca sul fronte della valanga che risulta molto ampio, ricerche purtroppo ancora senza esito.

Insieme al Soccorso Alpino, gli operatori della Guardia di Finanza e gli uomini dei Vigili del Fuoco. Tre gli elicotteri impiegati, due di questi ultimi enti e uno del 118 della Regione Abruzzo. Circa 60 gli operatori del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologici.

I soccorritori, che cercano i quattro escursionisti dispersi da due giorni, stanno lavorando in un ambiente minacciato costantemente dal pericolo di distacco valanghe. A causa della troppa neve anche le unità cinofile hanno incontrato in difficoltà.




I cani non sono riusciti a seguire le tracce sul manto nevoso, troppo stratificato, arrancando nel percorso e affondando sulla neve fresca. La zona interessata è quella sotto al Colle del Bicchero e presenta un’area primaria di ricerca molto estesa, che va perlustrata metro per metro, a circa 2000 metri di altezza.

Al campo base sono presenti i familiari dei dispersi che, in attesa di notizie, vengono tenuti al corrente delle operazioni. Per dare sostegno a loro, ma anche agli stessi soccorritori che stanno lavorando da domenica sera in condizioni proibitive, sono arrivati sul posto degli psicologi. La Protezione Civile sta distribuendo pasti e bevande calde.

I dispersi sono tre commercianti avezzanesi, Gianmauro Frabotta, 30 anni, Tonino Durante, Giammarco Degni assieme a Valeria Mella, tutti molto esperti di montagna tanto da aver frequentato anche vette in Nepal.

Tonino Durante è proprietario di una coltelleria in piazza Torlonia ad Avezzano, 60 anni,  Valeria Mella hostess di Harmonia Novissima e il fidanzato Gianmarco Degni è figlio del titolare di un negozio di articoli sportivi di Avezzano, entrambe 26enni, e Gian Mauro Frabotta, 33 anni, vive e lavora a Milano ed è il figlio di Mauro Farabotta, proprietario di una nota salumeria sempre ad Avezzano.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!