DISSESTO IDROGEOLOGICO: WWF CHIETI, “ADESSO STOP A TUTTI I PROGETTI SULLE PENDICI A RISCHIO FRANA”

27 Maggio 2023 19:34

Chieti - Cronaca

CHIETI – Il Wwf chiede che si fermino tutti i progetti lungo le pendici a rischio frana della città all’indomani dell’ordinanza con la quale il sindaco di Chieti, Diego Ferrara, ha disposto la chiusura di due scuole, la “Vicentini Della Porta” e la “Corradi” per problemi connessi al dissesto idrogeologico.





L’associazione evidenzia che la collina su cui sorge la parte alta del capoluogo teatino è stata sovraccaricata di cemento, soprattutto nella seconda metà del secolo scorso, benché se ne conoscesse già allora la fragilità, e che oggi se ne pagano le conseguenze, accelerate e aggravate dai cambiamenti climatici con i conseguenti sempre più frequenti fenomeni metereologici estremi.





“Nonostante questo la follia edificatoria, che continua a minimizzare le situazioni di pericolo pur di costruire, non si è arrestata e ai danni del passato se ne aggiungono ogni giorno di nuovi” si legge in una nota del Wwf. Quindi l’appello: “La Giunta e il Consiglio comunale di Chieti, come tutti gli altri in analoghe condizioni – sottolinea la presidente del Wwf Chieti-Pescara Nicoletta Di Francesco – devono farsi carico di fermare qualsiasi progetto per la realizzazione di edifici e strutture in zone ad alta pericolosità o che possano incidere negativamente a valle o a monte. Finora, purtroppo, non è accaduto e le conseguenze sono ormai sotto gli occhi di tutti. L’unica soluzione per evitare futuri possibili disastri è di prevenirli, impedendo una volta per tutte che si possa costruire nelle pendici collinari a rischio frana e a ridosso dei fiumi. La Regione dovrà fare la sua parte in tal senso, ma intanto i Comuni hanno già strumenti per impedire ulteriori danni. Se per gli errori del passato è ormai difficile individuare e punire i colpevoli, oggi non ci sono più scuse”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: