L'AD DI GRAVITY PAYMENTS 'SMONTA' IL 'MITO' DEL GIGANTE DELL'ECOMMERCE PRONTO A INSEDIARSI IN ABRUZZO: "LAVORATORI SFRUTTATI E PAGATI POCHISSIMO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DISTRUTTE E SOLDI PUBBLICI CHE FINISCONO NELLE TASCHE DEL PROPRIETARIO DI UN'AZIENDA DAI METODI BRUTALI"

“ECCO IL VERO, TERRIBILE VOLTO DI AMAZON”: IL MILIONARIO DAN PRICE CONTRO IL MAGNATE JEFF BEZOS

di Roberto Santilli

4 Aprile 2021 21:30

L’AQUILA – Quello di Amazon, il gigante del commercio su internet di proprietà del multimilionario Jeff Bezos, uno degli imprenditori che in un anno di epidemia Covid-19 ha visto schizzare alle stelle i suoi già stellari profitti, è un argomento ormai entrato nelle discussioni giornaliere non solo della valanga di clienti che ogni giorno in mezzo mondo utilizzano la piattaforma per acquistare e per ricevere a casa anche ciò che fino a un po’ di tempo fa si comprava nel negozietto sotto casa, ma anche di chi mal sopporta un marchio spaventosamente grande.

Un marchio che è in procinto di insediarsi in Abruzzo, con un polo logistico nella zona di San Salvo (Chieti), tra applausi e fischi per la promessa di 3 mila assunzioni, per la paura di veder andare in fumo ciò che resta del tessuto imprenditoriale locale non legato a simili marchi e per il modo, finito spesso sotto accusa, in cui vengono trattati i lavoratori (negli Usa l’azienda ha ammesso che i dipendenti sono costretti a fare la pipì nelle bottiglie), molti dei quali, in Italia, hanno aderito ad un primo, storico sciopero.

Ma se c’è chi afferma che la modernità non si ferma certo di fronte alle esigenze della piccola e media impresa (“Che può trovare posto su Amazon per vendere ovunque nel mondo!”, tuona chi crede che il mercato abbia soltanto risvolti positivi), e che se Amazon vuole investire in una regione depressa come l’Abruzzo, Amazon deve investire in una regione depressa come l’Abruzzo, c’è anche chi da tempo mostra, con inchieste mediatiche, testimonianze di lavoratori ed ex lavoratori, sindacalisti e politici che non si sono piegati alla ‘favola’ scritta da mister Bezos – che il 26 agosto del 2020, di fronte la sua villa di 23 milioni di dollari a Washington, ha trovato una ghigliottina e una protesta con un centinaio di persone – quali sono gli effetti negativi della stessa esistenza di Amazon.

Non può stupire, allora, quanto scritto nei giorni scorsi in una lunga discussione su Twitter dall’imprenditore statunitense Dan Price, amministratore delegato di Gravity Payments, società di servizi finanziari e di elaborazione delle carte di credito, insomma, non certo un bolscevico, che nel 2015 si è tagliato lo stipendio per garantire a tutti i dipendenti un salario minimo di 70 mila dollari l’anno e che ha recentemente sostenuto l’introduzione di una patrimoniale per milionari e miliardari.

“Come Amazon tratta i suoi lavoratori”, il titolo della discussione firmata da Price, sulla cui ‘buona fede’ non tutti sono pronti a scommettere ma che in ogni caso, da imprenditore di successo, conosce “i suoi polli” e sa quali sono i punti oscuri del modello liberista di cui (non solo) Amazon fa parte.

 

“COME AMAZON TRATTA I SUOI LAVORATORI”

Contesto: i dipendenti del magazzino a tempo pieno di Amazon guadagnano 31.200 dollari l’anno. Jeff Bezos lo fa ogni 12 secondi. Costo per dare ai magazzinieri 2 settimane di congedo per malattia retribuito + aumenti salariali in modo che non si qualifichino per i buoni pasto: 0,9% della fortuna di Bezos.

1. La scorsa settimana Amazon ha negato che le quote dei suoi lavoratori siano così punitive da fargli fare la pipì in bottiglia. Il giorno successivo, i documenti hanno dimostrato che non solo i lavoratori devono regolarmente urinare in bottiglia, ma anche defecare in sacchi, e Amazon lo sa bene.

2. Amazon è una delle prime 3 società i cui dipendenti fanno affidamento ai buoni alimentari e Medicaid (insieme a Walmart e McDonald’s). Ciò costa ai contribuenti miliardi di dollari, il che significa che stai sovvenzionando una bassa retribuzione per aumentare i profitti per un’azienda da 1,6 trilioni di dollari. (https://www.bloomberg.com/opinion/articles/2021-03-18/who-helps-pay-amazon-walmart-and-mcdonald-s-workers-you-do).

3. Amazon ha ricevuto 3,8 miliardi di dollari in sussidi pubblici per l’apertura di magazzini. La tipica transizione: una fabbrica che ha pagato 35 l’ora con buoni benefici sindacali come le pensioni viene sostituita da Amazon, che paga 15 dollari l’ora e rompe in modo aggressivo i sindacati.(https://www.nytimes.com/2021/03/09/opinion/amazon-baltimore-dc.html).

4. Amazon tiene traccia di ogni momento dei lavoratori per assicurarsi che non rallentino nemmeno per secondi alla volta. Ma assumono anche spie Pinkerton per monitorare i lavoratori per assicurarsi che non stiano parlando di sindacalizzazione o di lamentele per le loro condizioni di lavoro. (https://www.vice.com/en/article/5dp3yn/amazon-leaked-reports-expose-spying-warehouse-workers-labor-union-environmental-groups-social-movements).

5. Amazon offre ai lavoratori pro-sindacati 2 mila dollari per dimettersi, in modo che possano essere sostituiti con lavoratori che voterebbero contro un sindacato.
Durante la pandemia, Jeff Bezos ha guadagnato 9,4 milioni di dollari l’ora, ogni ora, per un anno (https://paydayreport.com/amazon-offers-2000-resignation-bonuses-to-bust-union-drive/).

6. Amazon ha notato che i lavoratori pro-sindacati stavano distribuendo informazioni ai dipendenti fermi al semaforo rosso fuori da un magazzino. Quindi Amazon ha letteralmente cambiato il semaforo per assicurarsi che i lavoratori non venissero fermati abbastanza a lungo per parlare con gli organizzatori. (https://www.theverge.com/2021/2/17/22287191/amazon-alabama-warehouse-union- semaforo-cambio-bessemer).

7. I magazzinieri di Amazon a Chicago si sono trasferiti per sindacalizzarsi e hanno organizzato uno sciopero sulle condizioni di lavoro. Amazon ha chiuso il magazzino ed ha offerto ai lavoratori sfollati un turno in una struttura vicina: dall’una di notte all’ora di pranzo, chiamato “megacycle”, oppure essere licenziati. (https://www.vice.com/en/article/y3gk3w/amazon-is costringendo i propri magazzinieri a turni-megacicli brutali).

8. Se si presume che tutto il milione di lavoratori di Amazon sia a tempo pieno (non lo sono), guadagnerebbero 31 miliardi di dollari l’anno. Nella pandemia, Bezos ha aggiunto 31 miliardi di dollari alla sua fortuna ogni quattro mesi. “Ma Amazon è un creatore di lavoro”. Durante il suo aumento, milioni di posti di lavoro al dettaglio sono scomparsi. È un cambio di lavoro.

9. Amazon ha rubato 62 milioni di dollari in mance dai suoi driver Flex. La sua punizione per il saccheggio? Restituisci i soldi. Amazon guadagna 62 milioni di dollari ogni 81 minuti. Ma per i suoi conducenti, i suggerimenti sono un’ancòra di salvezza. (https://www.chicagotribune.com/business/ct-biz-amazon-delivery-tips-ftc-20210202-7dgh7x4ikbfgdducnzudlcg3cm-story.html).

10. La vita in un magazzino di Amazon che vota per un sindacato. Gestione: * Invia 5 messaggi al giorno avvertendoli di non sindacalizzarsi. * Metti volantini anti-sindacali nei bagni*. Scatta foto dei documenti identificativi dei dipendenti quando fanno commenti a favore dei sindacati durante le riunioni*. Licenziato chi parla pro-sindacato.

11. Amazon fa sì che i lavoratori passino fino a 25 minuti al giorno, non pagati, a controllare i controlli di sicurezza per assicurarsi che non rubino nulla. Complessivamente, questo è costato ai lavoratori centinaia di milioni di dollari in tempo non retribuito sul lavoro.(https://www.nytimes.com/2014/12/10/business/supreme-court-rules-against-worker-pay-for-security-screenings.html).

12. Le azioni di Amazon danneggiano anche i lavoratori di altre piccole imprese, come quella che ha iniziato a vendere treppiedi per macchine fotografiche sulla piattaforma di Bezos. La piccola impresa ha raggiunto 3,5 milioni di vendite, lo 0,001 per cento delle entrate di Amazon. Amazon ha copiato esattamente i treppiedi e li ha venduti come treppiedi AmazonBasics, Amazon ha bandito l’azienda di treppiedi da Amazon. Poi, ci sono i milioni di posti di lavoro al dettaglio persi a causa del dominio di Amazon.

13. Dopo che Amazon ha aperto un magazzino, i salari dell’industria locale scendono del 6 per cento in quanto diventa un monopolio del datore di lavoro. In Amazon, solo il 3 per cento dei lavoratori riceve promozioni, un terzo della media del settore. (https://www.bloomberg.com/news/features/2020-12-17/amazon-amzn-job-pay-rate-leaves-some-warehouse-employees-homeless).

14. Amazon ha triplicato i profitti lo scorso anno. Invece di dare ai lavoratori la paga da eroe o aumentare i salari, ha dato bonus per le vacanze di 150 dollari per i lavoratori part-time e 300 dollari per il tempo pieno. Il costo è stato pari al 2,9 per cento del suo profitto. La mia piccola impresa ha dato molto di più. (https://www.cnbc.com/2020/11/26/amazon-gives-front-line-workers-a-300-holiday-bonus.html).

15. Durante le vacanze, Jeff Bezos avrebbe potuto dare 148 mila dollari a ciascuno dei suoi magazzinieri ed essere ancora più ricco di quanto non fosse prima dell’inizio della pandemia. Il bonus che ha dato è stato dello 0,2 per cento.

16. Amazon avrebbe potuto quadruplicare la paga dei lavoratori e aumentare i suoi profitti nel 2020. Invece, ha mantenuto il suo salario minimo a 15 l’ora, che è al di sotto del salario medio di un impiegato di magazzino degli Stati Uniti.

17. Durante la pandemia, Amazon ha aumentato i prezzi di articoli essenziali come disinfettante per le mani e detergenti fino al 1.000 per cento, compresi gli articoli venduti direttamente da Amazon. Allo stesso tempo ha annullato la paga da eroe di 2 dollari l’ora per i lavoratori a meno di due mesi dall’inizio della pandemia. (https://www.bloomberg.com/news/articles/2020-09-10/amazon-raised-prices-on-essentials-amid-pandemic-watchdog-says)

18. Amazon (e altre società) ha vietato ai dipendenti persino di parlare di quali colleghi hanno il Covid, rendendo più difficile conoscere i rischi per la salute del lavoro. Mesi dopo l’inizio della pandemia, l’azienda ha rivelato che 20 mila dei suoi lavoratori erano risultati positivi al Covid. (https://www.bloomberg.com/news/features/2020-08-27/covid-pandemic-us-businesses-issue-gag- regole per impedire ai lavoratori di parlare).

19. Amazon non offre congedo per malattia retribuito, anche in caso di pandemia (si è recentemente vantata di pagare i lavoratori con Covid, cosa che è richiesta dalla legge federale). L’anno scorso Jeff Bezos ha aggiunto 12 miliardi di dollari al suo patrimonio netto, ovvero 10 volte il costo di 2 settimane di congedo per malattia retribuito a livello aziendale.

20. I magazzinieri di Amazon affrontano tassi di infezione Covi di che sono quattro volte il rischio per la comunità locale. Ma con rigorosi standard di produttività e nessun congedo per malattia retribuito, i lavoratori sono costretti a scegliere tra il proprio lavoro e la propria salute. (https://www.bloomberg.com/news/articles/2020-06-30/amazon-covid-19-outbreak -peggio-della-comunità-locale-del Minnesota).

21. Amazon spende milioni in pubblicità che si promuove come azienda attenta al clima. Ha licenziato due dipendenti che chiedevano pubblicamente la riforma del cambiamento climatico. (https://www.geekwire.com/2020/amazon-fires-two-employees-called-climate-change-reform-better-warehouse-conditions/).

22. Amazon non ha concesso ai lavoratori il giorno libero per il Juneteeth (la festa che celebra l’emancipazione di coloro che erano stati ridotti in schiavitù negli Stati Uniti, nde). Ma a Chicago, ha offerto loro un “pasto autentico” di pollo e waffle. (https://www.cnbc.com/2020/06/19/chicago-amazon-workers-angered-by-tokenized-juneteenth-celebration.html).

23. Amazon ha consentito ai lavoratori di prendersi un periodo di ferie illimitato *non retribuito* nei primi giorni della pandemia, ma ha annullato quel “vantaggio” dopo un mese. La legge federale Fmla – legge sul congedo medico per famiglie – richiede ai grandi datori di lavoro di consentire il permesso per malattia non retribuito. (https://www.businessinsider.com/amazon-set-to-end-unlimited-unpaid-time-off-policy-2020-4?IR=T) .

24. Nei primi giorni della pandemia, Amazon ha licenziato un lavoratore che era esplicito sulle condizioni di lavoro e che ha condotto uno sciopero in un magazzino di Staten Island. I documenti in seguito hanno mostrato che i dirigenti di Amazon hanno discusso una campagna di pubbliche relazioni per diffamare il lavoratore.(https://www.vice.com/en/article/5dm8bx/leaked-amazon-memo-details-plan-to-smear-fired-warehouse-organizer- non-intelligente-o-articolato).

25. Amazon ha ottenuto un certo clamore nel 2018 quando ha annunciato un salario minimo di 15 dollari, che ora è lo standard nella maggior parte dei rivenditori di grandi dimensioni. A parte la mossa, Amazon ha anche tagliato bonus e premi in azioni per i lavoratori. (https://www.cnbc.com/2018/10/03/amazon-hourly-workers-lose-monthly-bonuses-stock-awards.html ).

26. L’amministratore delegato e fondatore di Amazon Jeff Bezos vale 179 miliardi di dollari. Un lavoratore che guadagna il salario minimo di 15 dollari dell’azienda dovrebbe lavorare a tempo pieno per 5,7 milioni di anni e non spendere mai un centesimo per ottenere lo stesso.

27. Amazon sta spendendo molto per aprire negozi di alimentari e minimarket senza cassieri. Il cassiere è il secondo lavoro più comune in America, ma a questo ritmo si estinguerebbe. (https://www.vox.com/recode/2020/2/25/21151289/new-amazon-go-grocery-store- supermercato-cassieri-cibi-integrali-seattle).

28. Amazon ha stipulato accordi fiscali insoliti come “incentivi” per aprire magazzini in città. Una contea del Kentucky ha costretto i lavoratori di Amazon a pagare il 5 per cento dei loro stipendi ad Amazon (invece delle tasse che vanno alle esigenze pubbliche locali). (https://www.nytimes.com/2019/12/27/technology/amazon-kentucky.html)

29. In che modo Amazon commemora i lavoratori che muoiono sul lavoro (https://www.nytimes.com/2019/11/30/business/amazon-baltimore.html): “Per la signora Black, l’ex dipendente, un’esperienza ha “fotografato” cosa pensava fosse la cultura del magazzino stranamente disumana. Nel novembre dello scorso anno, due lavoratori a contratto sono stati uccisi quando il tornado ha fatto crollare un muro di un magazzino più piccolo dell’Amazon di fronte ad un centro logistico Amazon (BWI12, ndr). La signora Black ha affermato di essere andata al lavoro la mattina dopo, sterzando intorno agli alberi caduti, chiedendosi come la compagnia avrebbe gestito il morti durante la breve riunione permanente ad inizio di ogni turno. “Pensavo che avrebbero avuto due minuti di silenzio”, ha detto. “No. Noi non si è messo in pausa. “Invece – ha raccontato – c’era il solito tributo al ‘Power picker (il carrello commissionatore a movimentazione manuale, ndr), l’eccezionale misuratore nel suo reparto, come misurato dai computer. Suonava la musica di Michael Jackson, e il supervisore ha urlato: “Buona giornata ieri!”. Era un riferimento ai livelli di produzione, non alla catastrofe durante la notte”.

30. I magazzini Amazon hanno tassi di infortunio 2,5 volte superiori alla media nazionale poiché spingono i lavoratori a numeri brutali: un articolo ogni 11 secondi. Circa il 10 per cento delle persone si ferisce gravemente lì. (https://www.theatlantic.com/technology/archive/2019/11/amazon-warehouse-reports-show-worker-injuries/602530/)

31. A Baltimora, General Motors ha pagato i lavoratori 100 mila dollari l’anno con buoni benefici sindacali, ma la fabbrica è stata sostituita da un magazzino Amazon dove le persone guadagnano meno di 40 mila dollari l’anno, 800 lavoratori vengono licenziati dall’algoritmo all’anno e 600 ricevono buoni pasto. (https://www.nytimes.com/2019/11/30/business/amazon-baltimore .html).

32. Amazon si autoproclama come un ottimo creatore di lavoro. Per ogni dollaro di stipendio che paga, i contribuenti distribuiscono 24 centesimi di assistenza pubblica perché tanti lavoratori sono in povertà. Nel sud della California, metà dei suoi magazzinieri vive in alloggi scadenti.(https://www.nytimes.com/2019/11/30/business/amazon-baltimore.html).

33. Amazon ha un sito web di gig economy chiamato Mechanical Turk che pagava i lavoratori una media di 1,77 dollari l’ora. A tempo pieno, sono 3.681 dollari l’anno. Bezos ha fatto molto di più nel tempo impiegato per leggere questo tweet (https://www.nytimes.com/interactive/2019/11/15/nyregion/amazon-mechanical-turk.html).

34. In un arco di quattro anni, i giornalisti hanno riscontrato che gli incidenti che hanno coinvolto i corrieri di Amazon hanno causato 60 feriti gravi e 10 morti, una frazione del totale probabile. Molti conducenti hanno affermato di essere in ritardo e di tagliare le curve per soddisfare la quota di tempo di arrivo del 99,9 per cento di Amazon (https://www.nytimes.com/2019/09/05/us/amazon-delivery-drivers-accidents.html).

35. I magazzinieri hanno riferito di esaurimento e disidratazione in strutture calde senza aria condizionata, il che è particolarmente difficile per i lavoratori che digiunano durante il Ramadan (“Avevo tanta sete che non riuscivo nemmeno a ingoiare la saliva”). (https://apnews.com/article/1d62290004b340feac5c359d59b86823)

36. La posizione anti-sindacale di Amazon non è nuova. Tre anni fa ha prodotto un video di formazione contro il sindacato di Whole Foods di 45 minuti. (https://gizmodo.com/amazons-aggressive-anti-union-tactics-revealed-in-leake-1829305201)

37. Ultimamente si è parlato molto di politici che limitano i diritti di voto. Amazon ha provato (e fallito) a impedire ai suoi lavoratori di votare per posta sull’opportunità di sindacalizzarsi (in una pandemia, quando il 90 per cento dei voti sindacali statunitensi è stato fatto per posta). (https://www.theguardian.com/technology/2021/jan/27/amazon-seeks-to-block-workers-from-voting-by-mail-in-landmark-union-drive)

38. Amazon tiene traccia dei lavoratori e registra un “periodo di ferie” ogni volta che fanno una pausa. Troppi di questi porteranno a un avviso e alla fine potresti essere licenziato. (https://www.cnbc.com/2020/10/14/amazon-resumes-policy-that-dings-workers-for-taking-too -many-breaks.html)

39. Amazon ha telecamere abilitate all’intelligenza artificiale nei furgoni per le consegne, che producono un punteggio per ogni movimento che fa un conducente. I conducenti dicono che cose come le chiamate in arrivo senza risposta possono influenzare il loro punteggio per presunta guida distratta.(https://www.cnbc.com/2021/02/12/amazon-mentor-app-tracks-and-disciplines-delivery-drivers.html) .

40. OK, ce ne sono di più, ma mi fermo qui. Ogni grande azienda avrà problemi con il modo in cui tratta i lavoratori. Ma non ho visto nessun’altra azienda (con la possibile eccezione di Walmart) avere così tante lamentele nei suoi confronti. Ciò è particolarmente eclatante considerando la ricchezza di Amazon.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Ti potrebbe interessare: