ECONOMIA: CASTALDI, “VIA AL CONTRATTO ISTITUZIONALE DI SVILUPPO, STRUMENTO DI RILANCIO PER L’ABRUZZO”

26 Novembre 2020 12:14

ROMA – Il Sottosegretario di Stato Gianluca Castaldi (M5S) annuncia l’inizio dei lavori per la creazione del Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) abruzzese: “Due giorni fa abbiamo avviato il percorso per l’istituzione del Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) per la Regione Abruzzo (dove, nominalmente, opera già un CIS Turismo che spero venga incluso nel costituendo CIS). Si è tenuta, infatti, una video conferenza con il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con delega alla programmazione economica e agli investimenti, senatore. Mario Turco, la Struttura di missione InvestItalia, il senatore Luciano D’Alfonso, il Consigliere del Sud Gerardo Capozza, i sindaci dei Comuni della Val di Sangro (e la mia Segreteria). Nel corso della riunione abbiamo discusso sullo strumento più idoneo ad accelerare la realizzazione di ‘progetti strategici, tra loro funzionalmente connessi, di valorizzazione di quei territori della penisola deficitari sul versante della dotazione infrastrutturale e delle dinamiche dello sviluppo’.”

Il senatore vastese Castaldi descrive così l’importanza del CIS per lo sviluppo della Regione: “Per l’Abruzzo, oltre che essere uno strumento di naturale saldatura tra zone interne e costa, il Cis può significare la moltiplicazione, l’accelerazione – rendendole convergenti – delle esigenze della domanda del territorio con l’offerta di sviluppo. In una prospettiva di collaborazione di tutti gli attori presenti nel territorio abruzzese (pubblici e privati), si potrà progettare e lavorare per avere viabilità, intermodalità e infrastrutture migliori anche a livello costiero, oltre che più accessibili; una ulteriore valorizzazione del sistema turistico sfruttando identità e caratteristiche del territorio costiero ed interno; implementare e sviluppare l’occupazione, qualificando anche gli aggregati esistenti come il polo automotive e del vetro verso dimensioni di ricerca e di eccellenza, nonché  puntando su ambiti specifici territoriali (artigianato, agroalimentare, etc..).”




“Annoto ulteriormente che, – continua il pentastellato esponente di Governo – secondo  quanto previsto dall’articolo 15 della legge di Bilancio  2021, i contratti di sviluppo daranno sostegno al settore turistico modificando la disciplina per l’accesso, ridotta a 7,5 milioni di euro, per i programmi di investimento che prevedono interventi da realizzare nelle aree interne del Paese, ovvero il recupero e la riqualificazione di strutture edilizie dismesse (l’importo minimo dei progetti d’investimento del proponente è conseguentemente ridotto a 3 milioni di euro).”

Il Sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento Castaldi sottolinea, inoltre, i benefici relativi alle aree interne dell’Abruzzo: “E’ un’occasione ulteriore  di rilancio delle aree interne: con il CIS si potrà supportare la competitività territoriale sostenibile, finalizzata a contrastare, nel medio periodo, il declino demografico che caratterizza le aree interne del Paese, con l’obiettivo di creare nuove possibilità di reddito e migliorare la manutenzione del territorio stesso. La comunità rappresentata  dai Sindaci della Val di Sangro  già è pronta con le proprie proposta: il CIS – conclude Castaldi – sarà un’opportunità da cogliere per tutte le altre zone  abruzzesi. Ora è importante che l’Abruzzo si  faccia trovare pronto con idee e progetti.”

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: