EDILIZIA, PEZZOPANE: “PER CEMENTO E BITUME PREZZI ALLE STELLE, SERVONO MISURE DEL GOVERNO”

19 Maggio 2021 15:53

ROMA – “Siamo di fronte a rincari eccezionali di cemento e bitume che rischiano di frenare gli interventi già in corso e di mettere a rischio quelli previsti dal Pnrr, qualora non si intervenga tempestivamente”.

È il grido di allarme, contenuto in una risoluzione parlamentare, lanciato dalla deputata del Pd Stefania Pezzopane, che insieme ad altri deputati Pd ha presentato sul tema anche una interrogazione ai ministri Enrico Giovannini e Giancarlo Giorgetti.

“Sono convinta che il settore dell’edilizia residenziale, pubblica e privata, svolgerà un ruolo chiave nella ripresa post pandemica. Questo rialzo dei prezzi dei materiali – scrive Pezzopane- sta comportando pesanti conseguenze per le imprese di costruzioni, già duramente colpite da una crisi settoriale in atto da oltre dieci anni. I contratti in corso si trovano già nella situazione di sopportare un aggravio economico significativo nella realizzazione delle opere”.

Per Pezzopane, “l’aumento del costo delle materie prime andrà a ridurre ulteriormente i margini delle imprese, già fortemente compressi nel 2020, con il conseguente rischio di un blocco generalizzato dei cantieri, nonostante gli sforzi messi in campo per far fronte agli impegni assunti”. “Ho pertanto chiesto al governo, tramite una Risoluzione che sarà discussa prossimamente nelle commissioni congiunte Ambiente, Lavori Pubblici e Attività produttive, di valutare un meccanismo di compensazione urgente e straordinario per i lavori eseguiti nel corso del 2021, attraverso il quale riconoscere alle imprese gli incrementi eccezionali intervenuti, da applicarsi in deroga ad ogni altra disposizione vigente, a tutti i lavori in corso di esecuzione, salvo prevedere che, per i contratti stipulati in vigenza del nuovo codice appalti, siano fatti salvi eventuali contratti che già contengano una clausola di revisione prezzi. Ho inoltre chiesto di prevedere, mediante appositi decreti ministeriali, la rilevazione, su base trimestrale, delle variazioni percentuali intervenute nel corso del 2021 rispetto ai prezzi medi del 2020, sia in aumento, sia in eventuale diminuzione, superiori all’8 per cento”.

“Sono convinta che grazie al Pnrr sia possibile trovare le risorse necessarie per rilanciare un settore – come quello dell’edilizia- autentico volano dell’economia del Paese. Dobbiamo fare in modo che Pnrr, Superbonus e ricostruzioni post sisma, non subiscano né rallentamenti né tantomeno blocchi”, conclude Pezzopane.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: