ELEZIONI, A L’AQUILA CENTRODESTRA CASO NAZIONALE; FLOP PD, PERSI QUASI 10 PUNTI

14 Giugno 2022 16:41

L'Aquila - Politica

L’AQUILA – Alle elezioni dell’Aquila il Centrodestra unito e coeso sbanca al primo turno confermando con un risultato netto, il 54,3%, il sindaco uscente di Fratelli d’Italia, il 47enne Pierluigi Biondi.

E dopo essere stata in campagna elettorale alla ribalta nazionale, con tutti i big nazionali scesi in campo, perché tra le quattro città capoluogo di regione al voto in questa tornata amministrativa, anche nell’analisi politica.

L’Aquila si conferma un caso nazionale: per la coalizione vincente costituisce una sorta di laboratorio dell’unità tanto che questa mattina tutti gli esponenti della nuova maggioranza hanno rilanciato il “modello L’Aquila” da prendere ad esempio nazionale alla luce del fatto che il centrodestra, sia in Abruzzo sia in tanti comuni italiani, ha corso diviso.

In linea con il trend nazionale nella città capoluogo di regione colpita duramente dal terremoto di 13 anni fa e alla ricerca della Rinascita definitiva, Fdi ha fatto il pieno di voti, oltre il 20,4%, mentre la Lega ha limitato i danni con il 12,5%.

Giù Forza Italia, con il 6,3% molto bene le civiche, bene i centristi. Ora Biondi che esce rafforzato deve chiudere subito la partita della nuova Giunta per la quale già c’è più domanda che offerta, per continuare il lavoro per la Città del futuro con la disponibilità di circa 5 miliardi di euro tra Pnrr e fondi per la ricostruzione.

Ma se il centrodestra può sorridere, il centrosinistra ufficiale che con il 62enne deputato del Pd Stefania Pezzopane si è classificata terza, con il 20,6% si lecca le ferite con un andamento in controtendenza nazionale: innanzitutto si registra il flop del Partito Democratico, passato dal 17,9% di cinque anni fa al 8,6%.

A salvare la faccia la componente di sinistra del raggruppamento che con la lista L’Aquila Coraggiosa ha ottenuto il 6,43%, portando in Consiglio comunale l’avvocato Simona Giannangeli e Lorenzo Rotellini, in tal senso, Sinistra italiana ha contributo a costruire efficaci liste civiche anche in due dei comuni al di sopra dei 15mila abitanti, Spoltore (Pescara), dove ha vinto al primo turno Chiara Trulli, centrosinistra, con Sinistra Civica al 10,8% seconda forza dietro al Pd, e San Salvo (Chieti), dove sono al ballottaggio Emanuela De Nicolis, centrodestra, e Fabio Travaglini, del centrosinistra.

All’Aquila da segnalare il secondo posto dei civici di centrosinistra guidati dal consigliere regionale di Legnini Presidente Americo Di Benedetto, (23,78%) a capo della coalizione cinque anni fa quando dopo la netta vittoria al primo turno c’è stato il clamoroso ribaltone al ballottaggio di Biondi. Un risultato che sa di resa dei conti generazionale nel Pd e nel centrosinistra. Da sottolineare che Di Benedetto è stato nettamente al di sopra delle liste che si sono fermate al 16,94%, mentre Biondi e Pezzopane al di sotto.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: