ELEZIONI: I 72 COMUNI ABRUZZESI AL VOTO, PARTITA CORSA PER LISTE E CANDIDATI SINDACO

GRANDE ATTESA PER LE GRANDI SFIDE DI VASTO, LANCIANO, FRANCAVILLA, SULMONA E ROSETO, CENTRODESTRA ALLA CONQUISTA DEI FEUDI DEL CENTROSINISTRA; PD E M5S, PROVE DI ALLEANZA, RESTA INCOGNITA PANDEMIA CON IPOTESI RINVIO

16 Febbraio 2021 07:32

L’AQUILA  – Si scaldano i motori in Abruzzo per le elezioni comunali che riguarderanno a maggio 72 comuni, covid permettendo, in quanto se sarà  ancora emergenza contagi si andrà ad un rinvio  in autunno.

Partite più attese, e dal gande peso politico,  quelle nei cinque comuni sopra i 15mila abitanti: Vasto, Lanciano e Francavilla al Mare, in provincia di Chieti, Sulmona in provincia dell’Aquila e Roseto in provincia di Teramo, e dove  è previsto il doppio turno se nessun candidato arriverà al 50% al primo.

I leader del centrodestra proprio in questi giorni stanno tenendo incontri e vertici, ed hanno assicurato che la coalizione correrà compatta  ovunque, con l’obiettivo di evitare le spaccature che si sono registrate ad Avezzano e Chieti nelle amministrative dell’autunno passato, che sono costate due cocenti sconfitte. Il centrosinistra sarà chiamato a difendere innanzitutto le sue roccaforti Vasto, Lanciano, Francavilla e Roseto e potrebbe essere questa tornata elettorale l’occasione  per sperimentare alleanze più meno organiche con il Movimento 5 stelle, con cui il Pd ha governato nel secondo governo di Giuseppe Conte, ed ora nel governo di larghissime intese e d’emergenza di Mario Draghi.

Complessivamente le amministrative interesseranno una popolazione di 258mila abitanti, in 24 comuni della provincia di Chieti, 29 della provincia dell’Aquila, 11 della provincia Pescara e 8 della provincia di Teramo.

In Italia saranno oltre 1.300 i comuni interessati, appuntamento che avrà una forte valenza politica anche a livello nazionale, visto che si dovranno eleggere i nuovi sindaci delle quattro città più popolose, ovvero Roma, Milano, Napoli e Torino.

Oltre ai cinque comuni più popolosi, interessanti le sfide che vedono protagonisti della politica abruzzese, come quella di Ovindoli, in provincia dell’Aquila, dove è sindaco il consigliere regionale della Lega, Simone Angelosante, che potrebbe ricandidarsi per un secondo mandato. Oppure Prezza, sempre in provincia dell’Aquila, dove prepara già le sue liste Marianna Scoccia, moglie dell’ex assessore regionale civico Andrea Gerosolimo, consigliera regionale dell’Udc nella maggioranza di centrodestra di Marco Marsilio, Fratelli d’Italia, passata poi all’opposizione. Si torna al voto anche a Canistro, in provincia dell’Aquila, dopo è pronto a correre per un secondo mandato Angelo Di Paolo, nel comune salito alla ribalta delle cronache per l’annosa vicenda delle sorgenti di acqua minerale Sant’Antonio Sponga, e per la durissima battaglia legale esplosa dopo la revoca della concessione alla società Santa Croce, a seguito di una ricorso al Tar dello stesso comune guidato da Di Paolo. Il sindaco uscente è stato consigliere regionale nell’ottava legislatura, con presidente il socialista Ottaviano Del Turco, poi assessore al ciclo idrico nella Giunta di centro destra di Gianni Chiodi nella nona legislatura.

Veniamo dunque ai primi toto candidati, seppure in una situazione ancora molto fluida ed in fieri nei Comuni più popolosi al voto.

A Vasto, 38.747 abitanti, è data per certa la ricandidatura del sindaco uscente del Partito democratico, Francesco Menna, che però dovrà faticare non poco a ricompattare la coalizione, dopo le spaccature che si sono verificate nella sua maggioranza nel corso della legislatura.

Il Movimento 5 Stelle, che nel vastese ha pezzi da novanta come l’ex sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Gianluca Castaldi, la deputata Carmela Grippa e il consigliere regionale Pietro Smargiassi, ha lanciato il progetto civico ChiAma Vasto candidando Dina Carinci. C’è chi assicura però che in caso di ballottaggio scatterà l’appoggio reciproco tra centrosinistra e pentastellati, come di indicazioni nazionali. In corsa anche le candidate civiche Alessandra Notaro, per La buona stagione, Angela Pennetta, L’arcobaleno, e Orlando Palmer, Movimento Iustitia nova.

Trattative in corso invece nel centrodestra. Già a giugno dell’anno scorso il segretario regionale della Lega, Luigi d’Eramo, assieme ai consiglieri regionali vastesi Sabrina Bocchino e Emanuele Marcovecchio, hanno messo le mani avanti sostenendo dovrà essere il loro partito ad esprimere la candidatura. Nome forte di una candidatura salviniana è quella dell’avvocato Alessandra Cappa.

A Lanciano, 35.921 abitanti, il sindaco Mario Pupillo, che è anche presidente della provincia di Chieti, non potrà ricandidarsi, essendo al suo secondo mandato. Si prospetta nel centrosinistra un braccio di ferro per la candidatura a primo cittadino tra Leo Marongiu, attuale presidente del Consiglio comunale, ex segretario cittadino del Pd e Dora Bendotti, di Lanciano in Comune, attuale assessore alle Politiche sociali.

Ancora carte coperte nel Movimento 5 stelle e nel il centrodestra. In attesa del nome del candidato che dovrà strappare al centrosinistra un suo feudo, Lega, Fratelli di Italia, Forza Italia, Udc e la lista civica Nuova Lanciano hanno annunciato intanto che il centrodestra si presenterà unito. Il coordinatore cittadino di Lega Lanciano Fausto Memmo, si è detto in ogni caso contrario alle primarie.

Situazione molto fluida a Sulmona, 24.275 abitanti, dove è sindaco Annamaria Casini, espressione delle civiche che fanno riferimento l’ex assessore regionale del centrosinistra  Gerosolimo.

Casini potrebbe non ricandidarsi, e a correre potrebbe essere lo stesso Gerosolimo.  Serrate trattative in corso sia nel centrosinistra, dove determinante è trovare la quadra tra Pd, Italia viva, Sbic e Azione, movimento promosso in campo nazionale dall’ex vice ministro ed europarlamentare Carlo Calenda, e che nella città di Ovidio ha appena costituito un comitato in vista delle elezioni. Avrebbe declinato l’offerta della candidatura a sindaco Maurizio Gentile, noto manager sulmonese, attuale  commissario straordinario per la messa in sicurezza delle autostrade A24 e A25. E’ circolato anche il nome di Elio Accardo, amministratore delegato della Cedral Tassoni spa, azienda produttrice di bevande con sede a Salò in Lombardia, originario si Sulmona.

Nel centrodestra c’è stata l’ipotesi di candidatura dell’imprenditrice dei confetti ed ex parlamentare di Forza Italia, Paola Pelino. Fratelli d’Italia avrebbe proposto il nome di Vittorio Masci,  che sta ricucendo con Fdi dopo che aveva rassegnato le dimissioni da coordinatore di Sulmona, a seguito dell’accordo che si è consumato tra Pierluigi Biondi, sindaco dell’Aquila e coordinatore provinciale Fdi e Gerosolimo per la nomina del nuovo cda del Cogesa, la società di raccolta e trasporto dei rifiuti.

Il nome del candidato uscirà comunque solo dal tavolo del centrodestra e in un ottica unitaria con le candidature nelle altre principali città.

A Roseto degli Abruzzi, 24.940 abitanti, il Partito democratico punterà sul sindaco uscente  Sabatino Di Girolamo, e sono in corso serrate trattative per allargare il perimetro dell’alleanza ad esempio alle associazioni civiche e ambientaliste, mentre più in salita è un accordo con il Movimento 5 stelle, intenzionato ad appoggiare la consigliera civica Rosaria Ciancaione.  Sarà decisivo capire cosa farà il potente l’ex parlamentare dei Pd Tommaso Ginoble, ora in Italia viva, decisivo per l’elezione, cinque anni fa, di Di Girolamo.

L’ex parlamentare Giulio Cesare Sottanelli, ora coordinatore regionale  di Azione di Calenda, potrebbe candidare il consigliere comunale Mario Nugnes.

Nel centrodestra ancora tutto in alto mare, con Fratelli d’Italia che non vedrebbe male come candidato della coalizione l’avvocato Alessandro Recchiuti, consigliere comunale civico de “Il punto”

Infine Francavilla al Mare, 23.816 abitanti, dove sindaco uscente è il dem Antonio Luciani, che non potrà ricandidarsi essendo al secondo mandato. Ed è stato lo stesso Luciani ad indicare come papabile candidata l’avvocato Luisa Russo.

In conclave il centrodestra, mentre è scesa in campo La grande Francavilla, formazione civica che mette insieme commercianti, balneatori, agricoltori e il mondo del turismo, e che potrebbe correre con un proprio candidato sindaco. Filippo Tronca

TUTTI I COMUNI ABRUZZESI AL VOTO

PROVINCIA DI CHIETI

Archi (2.282 abitanti), sindaco uscente Mario Marco Troilo
Carunchio (639) – Gianfranco D’Isabella
Casacanditella (1.340) Giuseppe D’Angelo
Casalanguida (1.006) Luca Conti
Casalbordino (6.303) Filippo Marinucci
Casoli (5.847), Massimo Tiberini
Celenza sul Trigno (974), Walter Di Laudo
Colledimacine (237), Andrea Schina
Dogliola (389) Rocco D’Adamio,
Fara San Martino (1.524), Carlo De Vitis
Francavilla al Mare (23.816) Antonio Luciani
Lama dei Peligni (1.364) Andrea Di Fabrizio
Lanciano (35.921) Mario Pupillo
Lentella (725) Carlo Moro
Pennadomo (311) Domenico D’Angelo
Pietraferrazzana (128) Ciro Carpineta
Quadri (863) Silvio Di Pietro
Rocca San Giovanni (2.348), Giovanni Enzo Di Rito
San Giovanni Teatino (12.733) Luciano Marinucci
San Martino sulla Marrucina (960) Luciano Giammarino
Sant’Eusanio del Sangro (2.453) Raffaele Verratti
Scerni (3.399) Alfonso Ottaviano
Tufillo (468) Ernano Marcovecchio
Vasto (38.747) Francesco Menna

PROVINCIA L’AQUILA 

Alfedena (785), sindaco uscente Massimo Scura
Bisegna (261) Antonio Mercuri
Calascio (137) Ludovico Marinacci
Campotosto (586) Luigi Cannavicci
Canistro (1.023) Angelo Di Paolo
Capitignano (680) Maurizio Pelosi
Carapelle Calvisio (85) Domenico Di Cesare
Castelvecchio Calvisio (159) Luigina Antonacci
Cerchio (1.653) Gianfranco Tedeschi
Civita d’Antino (994) Sara Cicchinelli
Civitella Roveto (3.374) Sandro De Filippis
Cocullo (265) Sandro Chiocchio
Fossa (690) Fabrizio Boccabella
Ofena (527) Antonio Silveri
Ortona dei Marsi (592) Manfredo Eramo
Ortucchio (1.863) Raffaele Favoriti
Ovindoli (1.190) Angelo Simone Angelosante
Pereto (739) Giacinto Sciò
Prezza (1.015) Marianna Scoccia
Rivisondoli (663) Roberto Ciampaglia
Roccaraso (1.636) Francesco Di Donato
San Vincenzo Valle Roveto (2.433) Giulio Lancia
Scontrone (590) Ileana Schipani
Scurcola Marsicana (2.762) Maria Olimpia Morgante
Secinaro (383) Celestino Bernabei
Sulmona (24.275) Annamaria Casini
Tagliacozzo (6.939) Vincenzo Giovagnorio
Tornimparte (3.096) Giacomo Carnicelli
Villalago (589) Fernando Gatta

PROVINCIA PESCARA

Civitella Casanova (1.875 abitanti), sindaco uscente Marco D’Andrea
Collecorvino (5.908), Antonio Zaffiri
Cugnoli (1.590), Lanfranco Chiola
Manoppello (7.008), Giorgio De Luca
Penne (12.717) Mario Semproni
Pescosansonesco (517), Nunzio Di Donato
Picciano (1.338), Vincenzo Catani
Popoli (5.450), Concezio Galli
Sant’Eufemia a Maiella (299), Francesco Crivelli
Serramonacesca (582), Franco Enrico Marinelli
Tocco da Casauria (2.721), Riziero Zaccagnini

PROVINCIA DI TERAMO

Basciano (2.438 abitanti), sindaco uscente Alessandro Frattaroli
Bellante (7.160), Giovanni Melchiorre
Bisenti (2.069) commissariato
Castellalto (7.359), Vincenzo Di Marco
Colonnella (3.768), Leandro Pollastrelli
Cortino (683), Gabriele Minosse
Pietracamela (304), Michele Petraccia
Roseto degli Abruzzi (24.940), Sabatino Di Girolamo

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: