ELEZIONI, BRUNETTA: “TORNO AL MIO VECCHIO MESTIERE, DECISIONE DOLOROSA”

4 Settembre 2022 11:34

Italia - Politica, Politiche 2022

CERNOBBIO – “Ho preferito continuare a fare questo mestiere ancora per due mesi e poi tornare al mio vecchio mestiere di professore, ho idee confuse anch’io e il mio spirito è quello di continuare a dare una mano al mio Paese anche senza essere in parlamento. È stata una decisione non facile, dolorosa”.

Lo ha detto il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta parlando nel corso del suo intervento al Forum Ambrosetti di Cernobbio.

“Dovevamo finire a scadenza naturale il lavoro cominciato. Così non è stato e questo ha prodotto incertezza e paura. L’anno scorso a Cernobbio – ha aggiunto – paragonai il Governo Draghi e il Pnrr ad un sufflè nel forno. E questo grazie ad una straordinaria congiuntura. E in quell’occasione mi venne anche da dire che mai avremmo dovuto aprire il portellone del forno perché il sufflè si sarebbe sgonfiato. E così è accaduto”.

“È il momento di verità – ha aggiunto – per il Paese, che sono le elezioni, e anche per la propria vita e il proprio futuro. Attraverso le parole di Draghi voglio dirvi che l’Italia ce la farà ancora una volta. L’Italia del Governo uscente e l’Italia della democrazia che sta preparando il Governo entrante, a condizioni che continui con lo spirito repubblicano per completare il Pnrr e dire sì alle sanzioni alla Russia per la nostra libertà, quella dell’Ucraina e quella del mondo”.

“Questo – ha concluso Brunetta – è lo spirito repubblicano che ha animato il Governo Draghi, che deve continuare ad aleggiare in Italia e nelle testa e nel cuore di chi ci governerà da ottobre”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: