ELEZIONI CANISTRO: VITALE, “SQUADRA GIOVANE, AVANTI CON DIGITALIZZAZIONE, LAVORO E TURISMO”

17 Settembre 2021 16:16

L'Aquila: Abruzzo

L’AQUILA – “Per Canistro sono molte  le priorità e il mio programma è ampio e articolato: innanzitutto andrà garantita la trasparenza dell’ente e una comunicazione più efficace con i cittadini. Sarà importante avviare la digitalizzazione di molti servizi e già ci stiamo lavorando con nostri candidati che hanno le competenze specifiche. Occorre puntare su lavoro, formazione e turismo”.

Sono solo alcune delle idee, illustrate nell’intervista streaming  di Abruzzoweb da Gianmaria Vitale, candidato sindaco di Canistro, in provincia dell’Aquila.

Giovane ingegnere edile, Vitale si presenta con la lista civica Avanti Canistro, con candidati consiglieri Alessandro Persia, Antonello Moscatelli, Paolo Di Pietro, Monica Palermini, Simone Antonini, Sara De Michele, Gianluca Nanni, Renata Lucia Buffone, Maurizio Natalia, Liberato Di Pietro.

Suo sfidante è Ermero Antonini, della lista civica Canistro in cammino.

Il nuovo sindaco riceverà le redini dal primo cittadino uscente, Angelo Di Paolo, ex assessore regionale che hai inteso non ricandidarsi. Esponenti della sua maggioranza sono presenti in entrambe le liste, al fianco di molti volti nuovi.

“Io non sono un amministratore uscente – spiega Vitale – sono nuovo nello scenario politico e ho deciso di intraprendere questa avventura assieme a tanti giovani motivati, anche loro alla prima esperienza. Tutti insieme condividiamo che altra priorità per il nostro comune è organizzare corsi di formazione professionale, riorganizzare la biblioteca, aprire spazi di smart working. Dobbiamo far tesoro della superstrada del Liri che attraversa il nostro territorio e che è nevralgica per lo sviluppo industriale, la ferrovia di avere invece a vocazione turistica magari facendola percorrere da treni storici. Sarà importante imbastire un confronto aperto con tutte le realtà imprenditoriali e ricordo che a Canistro operano due cliniche, lo stabilimento di acque minerali e altri importanti realtà dell’agroalimentare”.

A proposito della nota vicenda della concessione delle sorgenti Sant’Antonio Sponga, vacante da anni, Vitale per ora si limita ad affermare: “ci impegneremo a creare le condizioni per tornare finalmente a utilizzare la nostra acqua minerale, aspetteremo l’esito del ricorso al Consiglio di Stato, la sorgente Sant’Antonio Sponga è una risorsa importante, massima disponibilità a prescindere da chi sarà il futuro gestore”.

Per quanto riguarda l’amministrazione uscente Vitale afferma: “sicuramente ha agito bene, realizzando opere pubbliche come la ristrutturazione degli impianti sportivi, sul fronte sociale è stata rivitalizzata la pro-loco, è stata ben gestita la crisi pandemica. Noi comunque guardiamo avanti, con tanti progetti ed entusiasmo”.

L’INTERVISTA IN DIRETTA

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: