ELEZIONI CHIETI: MENSE, FILIERA CORTA E PROMOZIONE AGROALIMENTARE, COLDIRETTI INCASSA IMPEGNO CANDIDATI

15 Settembre 2020 18:10

CHIETI – La promozione delle produzioni locali nelle mense scolastiche e pubbliche, la valorizzazione delle vendita diretta attraverso l’uso degli edifici storici ormai inutilizzati, l’applicazione della legge di orientamento per l’assegnazione dei lavori di pubblica utilità e la lotta alle frodi alimentari e alla falsificazione con l’obiettivo di salvaguardare il prodotto made in Italy e il rapporto tra produttori e consumatori.

Hanno al centro il tema del “cibo” le proposte che sono state avanzate da Coldiretti Chieti ai candidati sindaci al Comune nel ciclo di incontri iniziato ieri, con Fabrizio di Stefano, e terminato oggi (con Bruno Di Iorio, Paolo De Cesare, Luca Amicone e Diego Ferrara.

Cinque “faccia a faccia” nella galleria Scalo di via Benedetto Croce in cui Coldiretti ha incassato l’impegno dei candidati alla presenza del presidente provinciale Pier Carmine Tilli, del presidente di sezione di Chieti Sergio Carosella e del direttore provinciale Luca Canala.





“E’ stato un confronto positivo con chi andrà ad amministrare, come maggioranza o opposizione, la città nei prossimi cinque anni – dice il presidente Pier Carmine Tilli – abbiamo evidenziato le criticità esistenti ma anche proposto delle linee programmatiche ribandendo l’importanza della promozione e della salvaguardia, a tutti i livelli, del made in Italy agroalimentare. Una città come Chieti può esprimere molto, come dimostra l’esistenza del mercato di Campagna Amica di via Arniense in cui produttori e consumatori si incontrano uniti dal comune apprezzamento per le produzioni abruzzesi che arrivano direttamente dagli agricoltori”.

“Ringraziamo i candidati per l’attenzione che ci è stata dimostrata e ci auguriamo che le nostre proposte siano di spunto per tutti coloro che andranno ad amministrare la città. Le imprese agricole rappresentano una economia importante che va tutelata, salvaguardata e promossa anche alla luce delle richieste dei cittadini e con un occhio di riguardo ai luoghi in cui il cibo viene consumato, con riferimento soprattutto alle mense scolastiche”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!