ELEZIONI COMUNALI 2021, AL VIA I BALLOTTAGGI: URNE APERTE IN 5 COMUNI ABRUZZESI

SI VOTA DALLE 7 ALLE 23 DI OGGI E DALLE 7 ALLE 15 DI DOMANI A LANCIANO, VASTO, FRANCAVILLA AL MARE, SULMONA E ROSETO

17 Ottobre 2021 08:38

Italia: ELEZIONI 2021

L’AQUILA – Urne aperte da questa mattina in vista dei ballottaggi di oggi e domani, che coinvolgeranno 65 Comuni.  Si vota dalle 7 alle 23 di oggi e domani dalle 7 alle 15 e lo scrutinio avrà inizio subito dopo la chiusura della votazione di lunedì.

L’appuntamento elettorale per la scelta dei sindaci coinvolgerà circa 5 milioni di elettori e interesserà anche 10 capoluoghi, tra cui Roma, Torino e Trieste.

Si voterà anche nei cinque comuni abruzzesi sopra i 15mila abitanti, dove nessuno dei candidati ha superato il 50% al primo turno: Lanciano, Vasto, Francavilla al Mare, Sulmona, Roseto.

Un voto che assume una valenza politica che va oltre il dato locale, con i partiti in campo con i loro simboli. Il centrosinistra è in vantaggio a Vasto e Francavilla, comuni che già amministrava, deve inseguire a Lanciano roccaforte che rischia di perdere a favore del centrodestra, e ha fatto l’apparentamento con il Movimento 5 stelle. A Roseto il centrodestra deve recuperare lo svantaggio del candidato sindaco civico sostenuto da Azione, appoggiato dal centrosinistra del sindaco uscente, fuori dal ballottaggio. Situazione che non ha precedenti almeno in Abruzzo a Sulmona dove il candidato della coalizione civica Andrea Gerosolimo, si è ritirato dalla corsa dove è in testa il candidato del centrosinistra di Gianfranco Di Piero, appoggiato anche da M5s. Il centrodestra escluso dal ballottaggio si è tirato fuori dai giochi, la coalizione di Gerosolimo è però ancora in corsa.

Altro aspetto importante del ballottaggio e chi entra e chi no in consiglio tra il piccolo esercito di candidati, a secondo di chi vincerà. A seguire dunque il quadro di dettaglio nei cinque comuni.

VASTO

Sono arrivati mercoledì finalmente i dati dei cinque seggi mancanti sui 44 a Vasto, oggetto di riconteggio.

Il candidato del centrosinistra Francesco Menna, sindaco uscente, passa dal 46,27% pari a 9.771 voti a 11.251 pari al 47,77% dunque per lui si registra una avanzata di un punto mezzo percentuale.

Guido Giangiacomo, candidato del centrodestra passa dal 20,01% pari a 4.226 voti, al 20,69% pari a 4.873 voti, anche per lui una avanzata di dello 0,5% circa. ma la distanza in termini di voti e percentuale rispetto a Menna aumenta.

Sono questi due i candidati che si giocheranno la partita. Vediamo il peso degli esclusi: Alessandra Notaro, civica “apparentata” con Giangiacomo ha 4.051 voti, al 17,2%. Dina Carinci del Movimento cinque stelle è al 10% con 2.355 voti Angela Pennetta ha 869 voti, pari al 3,69%. Infine l’animalista Anna Rita Carugno, che passa dall’1,24%, con 262 voti a 155, con 0,66%, con un arretramento.

FRANCAVILLA

Per quanto riguarda Francavilla in testa la candidata del centrosinistra Luisa Russo, assessore al commercio della giunta di Antonio Luciani, giunto al suo secondo e ultimo mandato. Russo ha preso il 48,56%, pari a 6.676 voti, e dovrà ora affrontare al secondo turno il candidato del centrodestra Roberto Angelucci, ex sindaco e imprenditore del marmo, distanziato al 29,63%, pari a 4.073 voti. Il distacco a ben vedere non è impossibile da colmare, pari a 2.663 voti.

LANCIANO

Passiamo a Lanciano, dove per poche decine di voti non ha vinto al primo turno Filippo Paolini, candidato del centrodestra ed ex sindaco, arrivato al 49,92%, pari a 9.981 preferenze. Ad inseguire con il 42,47%, pari a 8.459 voti, Leo Marongiu, presidente del consiglio della maggioranza del sindaco uscente Mario Pupillo, del Partito democratico. ll distacco di Paolini su Marongiu è di 1.522 voti.

ROSETO

A Roseto sono in corsa civico Mario Nungnes, sostenuto dall’ex deputato montiano Cesare Sottanelli, ora coordinatore regionale di Azione di Carlo Calenda, 4.289, pari al 30,6% e il candidato di centrodestra, William Di Marco, con 3.097 voti, pari al 22,1%

Nugnes ha dunque un vantaggio su Di Marco di 1.100 voti circa. Tra gli esclusi Tommasi Ginoble ha preso 3.037 (21,7%), il sindaco uscente di centrosinistra Sabatino Di Girolamo 1.933 voti, (13,8%), Rosaria Ciancaione, sostenuta da M5s, Europa verde e liste di sinistra 1.637 voti, pari all’11,7%.

SULMONA

A Sulmona il candidato del centrosinistra, appoggiato anche dal Movimento 5 stelle, Gianfranco Di Piero al primo turno ha ottenuto il 39,6%, pari a 5.308 voti, che parte in vantaggio contro la coalizione civica di Andrea Gerosolimo, ex assessore e sponsor del sindaco uscente Anna Maria Casini, è arrivato al 34,3%, pari a 4.598 voti. Degli esclusi, il centrodestra di Vittorio Masci ha preso 3.129 (39,6%) ed Elisabetta Bianchi di Direzione Sulmona 362 voti (2,7%).

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
  1. blank
    BALLOTTAGGI: AFFLUENZA DEFINITIVA ALLE 19 IN CALO AL 26,7 PER CENTO
    ROMA - Alle 19 l'affluenza per i ballottaggi secondo i dati del portale Eligendo del Viminale (63 Comuni su 63) si è attestata al 26,71%. Al primo...
  2. blank
    BALLOTTAGGI: A MEZZOGIORNO AFFLUENZA SOTTO AL 10 PER CENTO
    ROMA - È del 9,73% l'affluenza alle urne rilevata alle 12 per il turno di ballottaggio nei 63 Comuni centri chiamati al voto (il dato diffuso dal Vim...
Articolo

Ti potrebbe interessare: