ELEZIONI EUROPEE: I BIG IN CAMPO E GLI OUTSIDER, 14 ABRUZZESI IN CORSA, ECCO LE LISTE DEI CANDIDATI

2 Maggio 2024 08:33

Italia - Politica

L’AQUILA – Ben 19 liste di candidati, tanti big ma non tutti, autosider anche controversi, esclusioni dell’ultim’ora. E 14 abruzzesi che tenteranno di conquistare un seggio tra i 18 a disposizione del collegio meridionale, che comprende oltre all’Abruzzo anche Campania, Puglia, Calabria, Basilicata e Molise, alle elezioni europee dell’8 e 9 giugno.

Le liste sono state presentate ieri entro le 20 e ora la campagna elettorale entrerà nel vivo. Il numero degli abruzzesi potrebbero anche aumentare una volta che saranno rese note anche le liste minori.

Per Fratelli d’Italia, a sorpresa, non c’è la cardiologa aquilana Elisabetta De Blasis, prima dei non eletti con la Lega alle europee nel 2019, poi passata ad Fdi. Inoltre per Stati Uniti d’Europa, come annunciato dal coordinatore abruzzese di Italia Viva Camillo D’Alessandro, non sarà in campo Sandra Renzi, in quanto ha deciso all’ultimo momento di candidarsi il leder di Iv Matteo Renzi e il motivo dunque è  ” evitare il rischio di confusione del voto tra cognomi di candidati. Si rischierebbe infatti l’annullamento di voti espressi con il solo cognome Renzi”.

Ora partirà la verifica degli uffici per stabilire quali saranno ammesse alla competizione elettorale. Alcune saranno con ogni probabilità escluse, come Democrazia sovrana e popolare, di Marco Rizzo, che ha raccolto la metà delle firme necessarie, pur aiutato dal movimento ‘Indipendenza!’ di Gianni Alemanno, o “Parlamentare indipendente” di Lamberto Roberti, che si è presentato senza firme e anche senza candidati tranne se stesso, e la lista “Risveglio europeo – Pensioni&Lavoro”, che si è presentata solo con 3 firme,

Tra i big che non si candidano per l’europarlamento spiccano i nomi del presidente dei 5 stelle Giuseppe Conte e del segretario del Carroccio Matteo Salvini, come pure dei leader di Alleanza Verdi Sinistra, Nicola Fratoianni e Angelo Bonelli. Tutti gli altri sono in campo, e sarà una candidatura in quasi tutti i casi di servizio, ovvero se eletti cederanno il posto al secondo in lista. In palio, oltre al coronamento di una carriera politica, anche un stipendio di 21mila euro netti al mese per cinque anni.

Alle elezioni potranno partecipare tutti i cittadini europei maggiorenni residenti in Italia, e tutti gli italiani maggiorenni residenti all’estero. Si applica una legge elettorale proporzionale, che quindi assegnerà i seggi a ciascuna lista in base alla quantità di voti ottenuta, senza valorizzare le alleanze o le coalizioni. Infatti, ciascun partito correrà separatamente: le forze del centrodestra non saranno coalizzate tra loro, e lo stesso vale per le opposizioni.

Sulla scheda elettorale si potranno indicare fino a tre preferenze per i candidati della lista scelta, purché siano di sesso diverso. Saranno eletti i candidati con il maggior numero di preferenze. Ci sarà una soglia di sbarramento: i partiti che prendono meno del 4% non potranno eleggere alcun europarlamentare.

I gruppi politici europei sono sette in tutto: al Partito popolare europeo (Ppe) aderisce Forza Italia, al gruppo dell’Alleanza progressista di Socialisti e democratici (S&D), il Partito democratico. Nel gruppo centrista di Renew Europe ci sono Azione, Italia Viva e +Europa. Al gruppo dei Conservatori e riformisti europei (Ecr) aderisce Fratelli d’Italia, con il gruppo di destra Identità e democrazia (Id) c’è  la Lega.

Nel gruppo dei Verdi/Alleanza libera europea (Ale) ci sono tre ex M5s.  Mentre i 5 eurodeputati su 14 eletti nel 2019 con il Movimento 5 stelle sono nel gruppo dei “non iscritti” o “indipendenti”.

Il gruppo Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica (Gue/Ngl)  non ha rappresentanti italiani.

FRATELLI D’ITALIA

Con l’esclusione di De Blasis, per Fdi corrono il chietino Nicola D’Ambrosio, dal 2021 presidente nazionale di Azione universitaria, già leader di Azione universitaria della D’Annunzio di Chieti e Pescara, che ora lavora nel partito nella sede nazionale di Roma di via della Scrofa. E Giovanna Greco, commercialista di Vasto, una neofita della politica, preferita a De Blasis. Greco avrebbe appoggiato in campagna elettorale la donna forte della provincia di Chieti, l’assessore regionale di FdI Tiziana Magnacca, ex sindaco e presidente del Consiglio comunale di San Salvo, che alle regionali del 10 marzo ha ottenuto oltre 10mila preferenze.

Capolista in tutte e cinque le circoscrizioni sarà la premier Giorgia Meloni, che ha annunciato la sua discesa in campo ieri alla conferenza programmatica di Pescara. Secondo il lista l’imprenditore di  Bernalda, in Basilicata, Nicola Benedetto, ex assessore regionale del centrosinistra, poi passato in Fdi. Tra i candidati l’europarlamentare uscente Denis Nesci, calabrese, i consiglieri regionali pugliesi Francesco Ventola e Michele Picaro e l’ex sindaco di Pagani in Campania Alberico Gambino, il consigliere regionale calabrese Luciana De Francesco, Raffaella Docimo, consiglio di Amministrazione della Fondazione MAXXI- Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo, e professore ordinario di Malattie Odontostomatologiche. C’è poi Alberico Gambino, oggi nello staff del vice ministro Edmondo Cirielli e coordinatore provinciale di Salerno, In Irpinia si candida la coordinatrice avellinese Ines Fruncillo.

Polemiche  per la candidatura dell’ex sottosegretario Vittorio Sgarbi, sul quale pende attualmente la richiesta di rinvio a giudizio dalla Procura di Roma per reati tributari e che è indagato per riciclaggio di opere d’arte.

Questa la lista a sud: Giorgia Meloni detta Giorgia, Nicola Benedetto, Ersilia Amatruda, Antonio Ambrosio, Marco Cerreto, Nicola D’Ambrosio detto Dambrosio, Luciana De Francesco, Mariangela Di Biase, Raffaella Docimo, Ines Fruncillo, Alberico Gambino, Chiara Maria Gemma, Giovanna Greco, Elena Marrazzi, Denis Domenico Nesci, Michele Picaro, Vittorio Sgarbi, Francesco Ventola.





Per Forza Italia punta di diamante, in tutte le circoscrizioni, a parte le Isole, sarà il segretario nazionale, Antonio Tajani, vicepremier e ministro degli Esteri nel governo Meloni, già eurodeputato dal 1994 al 2008 e dal 2014 al 2022, presidente del Parlamento Ue tra il 2017 e il 2019.

FORZA ITALIA

Per Forza Italia, il ministro  degli Esteri e vicepremier Antonio Tajani, leader di Forza Italia, sarà capolista in tutte le circoscrizioni ad eccezione di quella delle Isole, la conferma definitiva sulle candidature della teramana Antonella Ballone, presidente della Camera di commercio Gran Sasso, e l’imprenditore aquilano Eliseo Iannini, patron dell’omonimo gruppo imprenditoriale protagonista anche della ricostruzione post sisma.

Sud ci sarà poi ancora una volta Fulvio Martusciello, europarlamentare uscente, con ben sette mandati alle spalle, coordinatore regionale del partito in Campania. E Sonia Palmeri, ex assessore regionale deluchiana da poco entrata in Fi. Come pure la vicepresidente della Regione Calabria, Giusi Princi, le salernitane Lucia Vuolo, eletta con la Lega alle europee del 2019, e Isabella Adinolfi, proveniente dal Movimento 5 Stelle ed  Alessandra Mussolini, eurodeputata uscente. In Puglia ci sono Paolo Dell’Erba, imprenditore foggiano e consigliere regionale, Laura De Mola, imprenditrice, capogruppo al Comune di Fasano e coordinatrice provinciale di FI in provincia di Brindisi, Marcello Vernola, avvocato cassazionista e docente di Diritto ambientale, già parlamentare europeo di Forza Italia e presidente della Provincia di Bari.

Questa la lista a sud: Antonio Tajani, Isabella Adinolfi, Fulvio Martusciello, Alessandra Mussolini, Lucia Vuolo, Giuseppina Princi, Paolo Soccorso Dell’Erba, Antonella Ballone, Angelo D’Agostino, Laura De Mola, Raffaele De Rosa, Eliseo Iannini, Sonia Palmeri, Barbara Ricci, Riccardo Rosa, Alessandro Sacchi, Francesca Salatiello e Marcello Vernola

LEGA

Per la Lega c’è Laura Cucchiarella, assessore comunale dell’Aquila, con deleghe a Personale, Polizia locale, Sicurezza stradale, Vivibilità e valorizzazione delle frazioni. Capolista nella circoscrizione sud sarà il generale Roberto Vannacci,  autore del best seller “Il mondo al contrario”.

Seconda il lista la deputata calabrese Simona Loizzo. Ci sarà ancora una volta il molisano Aldo Patricello, reduce da quattro legislature in Europa e che ha lasciato Forza Italia, campione di preferenze nella circoscrizione Sud nel 2019, con 83.534 voti, imprenditore della sanità, patron del gruppo Neuromed, con circa 5mila dipendenti, con cliniche nel centro sud, e che in Abruzzo, in provincia dell’Aquila, ha la clinica Immacolata di Celano, e la rsa di Fontecchio. In cora  il senatore pugliese Roberto Marti, coordinatore regionale della Puglia, l’eurodeputato uscente Valentino Grant, e Luigi Barone, giornalista, responsabile Coesione territoriale e Zes della Lega.

Questa la lista: Roberto Vannacci, Simona Loizzo, Valentino Grant, Roberto Marti, Aldo Patriciello, Luigi Barone, Laura Cucchiarella, Maria Giovanna Fiume, Santo Gagliardi, Marica Grande, Francesca Magliano Invitti, Filippo Mancuso, Anna Carmela Minuto, Carmela Rescigno, Angela Russo, Dante Santoro, Joseph Splendido, Matilde Tasselli

PARTITO DEMOCRATICO

Il Partito democratico schiera in Abruzzo la teramana Manola Di Pasquale, avvocato ed ex presidente regionale del partito. Il Pd avrà nella circoscrizione Sud come capolista la giornalista Lucia Annunziata. Dopo di lei il sindaco di Bari Antonio Decaro, l’uscente Pina Picierno, campana, e vicepresidente del Parlamento Europeo, la calabrese Jasmine Cristallo, coordinatrice e referente nazionale del movimento 6000sardine e Sandro Ruotolo, giornalista e componente della direzione nazionale del partito. L’avvocata italo-iraniana Shady Alizade, pugliese. Per il Pd anche l’ex deputato Lello Topo, uno dei big del partito napoletano.

Questa la lista: Lucia Annunziata, Antonio Decaro, Pina Picierno, Sandro Ruotolo, Jasmine Cristallo, Francesco Forte, Manola Di Pasquale, Luigi Tassone, Shady Alizadeh, Franceso Todisco, Giuseppina Paterna, Nicola Campanile, Annamaria Becci, Massimo Schiavone, Georgia Tramacere, Raffaele Topo, Carmela Saulino  e Gianmario Spada

MOVIMENTO 5 STELLE

Il Movimento 5 stelle, che ha scelto i candidati con le consultazioni on line degli iscritti, con oltre 18.400 votanti, schiera tra gli abruzzesi la ex deputata di Giulianova, Valentina Corneli, e l’assessore comunale di Chieti con delega alla Sanità, Fabio Stella, fratello della ex consigliera regionale Barbara Stella. Capolista a Sud sarà l’ex presidente dell’Inps, il calabrese Pasquale Tridico, economista, professore ordinario di Politica economica presso l’Università Roma Tre, seguendo l’ordine di lista, sempre nel collegio meridionale ci sono la pugliese Valentina Palmisano, avvocato, ex deputata e ora presidente del Consiglio comunale di Ostuni, il foggiano Mario Furore eurodeputato uscente, nome proposto da Conte e approvato dagli iscritti, come pure Maurizio Sibilio, pedagogista, professore ordinario di “Didattica generale e Pedagogia speciale” e prorettore vicario dell’Università di Salerno. A seguire Maura Sarno, napoletana, imprenditrice vitivinicola, che produco vini docg d’Irpinia, Laura De Vita, collaboratrice parlamentare, e Danilo Della Valle, attivista del Meetup “Gli Amici di Beppe Grillo” di Caserta.

Questa la lista del Sud: Pasquale Tridico, Valentina Palmisano, Mario Furore,  Maurizio Sibilio, Maura Sarno, Danilo Della Valle, Laura De Vita, Valentina Corneli, Gaia Silvestri, Fabio Stella, Lelio Mancino, Giuseppe Nunziato Belcastro, Francesca Anna Ruggiero, l’ex senatrice salernitana Felicia Gaudiano, Annunziata Coppola, Maria Anna Labarile, Riccardo Di Palma e Vincenzo Incampo.

AZIONE





Per Azione in Abruzzo ci sarà l’avvocato di Giulianova, Libera D’Amelio, esperta in diritto del lavoro, vice segretaria provinciale del partito, consigliere comunale di Tortoreto e consigliere provinciale. Il leader del partito, Carlo Calenda, sarà capolista in tutte le circoscrizioni, a seguire Elena Bonetti, ex ministro delle Pari opportunità. C’è anche l’ex presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella.

Questa la lista a Sud: Carlo Calenda, Elena Bonetti, Marcello Pittella, Ramona Calafiore, Luigi Casciello, Carmela Craca, Francesco De Nisi, Libera D’Amelio, Giuseppe Ferrandino, Paola Fanfarillo Manganiello, Dario Galantino, Danila Iacovelli, Valerio Poti, Lucia Iodice, Stefania Postorivo, Giuseppe Sommese e Barbara Preziosi

STATI UNITI D’EUROPA

Per “Stati Uniti d’Europa”, che vede insieme Italia Viva, + Europa, Socialisti, Radicali, LibDem e l’Italia C’è Italia Viva, dopo che si è candidato capolista ovunque il leader di Italia viva Matteo Renzi, un passo indietro per Sandra Renzi, dirigente scolastico in Provincia di Teramo, dirigente provinciale di Italia Viva. Renzi si candiderà all’ultimo posto in lista in quattro circoscrizioni su cinque, garantendo così il suo pieno sostegno al progetto”. Capolista a Sud è Enzo Maraio, segretario nazionale del Psi. In lista anche Sandra Lonardo Mastella, moglie di , ex ministro e fondatore dell’Udeur, ora sindaco di Benevento, che è stata presidente del consiglio regionale campano, e senatrice di Forza Italia, come pure la pugliese Teresa Bellanova, già ministro dell’Agricoltura.

Questa la lista a Sud: Vincenzo Maraio detto Enzo, Manuela Zambrano, Nicola Caputo, Alessandrina Lonardo Mastella detta Sandra Mastella, Teresa Bellanova, Caterina Miraglia, Alfonso Maria Gallo, Emanuela Pistoia, Massimiliano Stellato, Stefano Mascaro, Adriano Pasculli De Angelis detto Pasculli, Giovanna Catacchio, Giuseppe Varacalli detto Pino, Filomena Greco, Antonio Rubino, Elenora Stomeo detta Claudia, Annunziata Paese detta Nunzia, Matteo Renzi.

PACE, TERRA, DIGNITA’

Per Pace Terra Dignità, la lista lanciata dal giornalista Michele Santoro, che sarà capolista in tutte le circoscrizioni, c’è il pescarese Maurizio Acerbo, ex parlamentare ed ex consigliere regionale, segretario nazionale di Rifondazione comunista,  la commercialista aquilana Ilaria Leonardis. E l’aquilano Paolo Della Ventura ambasciatore del patto europeo per il clima della Commissione, tramite la Dg Clima, la Direzione Generale per l’azione per il clima.

Ecco la lista della circoscrizione Sud: Michele Santoro, Benedetta Sabene, Raniero Luigi La Valle, Maurizio Acerbo, Giuseppe Arlacchi detto Pino Arlacchi, Ginevra Bompiani, Rita Capaccio, Domenico Ciruzzi, Fiammetta Cucurnia, Angelo d’Orsi, Paolo Maria Della Ventura, Tiare Gatti Mora, Ilaria Leonardis, Laura Marchetti, Vito Micunco, Piernicola Pedicini, Rosaria Scarpulla detta Sara Scarpulla, e Noor Shihadeh

ALLEANZA VERDI E SINISTRA

Per l’Alleanza verdi e sinistra si candida in Abruzzo invece la giovane Giulia Persico, avvocato pescarese di Europa verde. Capolista l’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano. ex sindaco di Riace e ideatore dell’omonimo modello di integrazione dei migranti. Accusato di una serie di reati tra cui falso in atto pubblico, peculato, abuso d’ufficio e truffa, nella sentenza di appello i giudici lo hanno assolto da quasi tutti i reati, dichiarato il non luogo a procedere per difetto di querela per altri e concesso la sospensione condizionale della pena per la condanna a 1 anno e 6 mesi per falsità materiale e ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.  Seconda è la pugliese europarlamentare uscente Rosa D’Amato, exM5s,  cacciata per per aver votato contro una risoluzione sulla risposta europea alla crisi del Covid-.19. In corsa anche Francesco Emilio Borrelli, napoletano, militante storico della Federazione dei Verdi e deputato, ex assessore regionale pugliese Anna Grazia Maraschio.

Questa la lista della circoscrizione Sud: Domenico Lucano detto Mimmo, Rosa D’Amato, Anna Grazia Maraschio, Francesco Emilio Borrelli, Souzan Fatayer detta Susan, Fabio Armano, Fedele Cannerozzi, Natale Cuccurese, Maria Pia Funaro, Giovanni Germano, Francesca Imperatori, Alessandra Mariano, Anna Orabona, Giulia Persico, Gerardo Pontecorvo, Valeria Spinelli, Rosario Ternullo e Sergio Ulgiati.

LIBERTA’

“Il bifolco in Europa per togliere il filo spinato. Più gasolio ai trattori, Meno ai carri armati”: con questo slogan Dino Rossi, allevatore e agricoltore di Ofena, in provincia dell’Aquila, si candida infine nella lista del collegio meridionale di Libertà, del sindaco di Taormina, Cateno De Luca, che sarà capolista in tutti i collegi. In lista c’è anche Sergio Di Caprio, ovvero Capitano Ultimo, ex colonnello che nel gennaio 1993 eseguì l’arresto di Totò Riina.

Questa la lista: Cateno De Luca, Laura Castelli, Francesco Amodeo, Piera Aiello, Donato Amoruso, Sergio De Caprio detto capitano Ultimo, Maria Giuseppa De Donato detta Pina, Katia Di Lella, Nicola Di Matteo, Annarita Foresta, Nicola Giampaolo, Veronica Giannone, Teofilo Migliaccio detto Teo, Paola Piccone, Enrico Rizzi, Dino Rossi, Maria Sbano, e Severina Sena

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: