ELEZIONI: FORZA CHIETI, “INVECE DEI SELFIE NEGOZIANTI HANNO BISOGNO DI PIANO COMMERCIO”

16 Settembre 2020 15:14

CHIETI – “Se gli assessori della giunta comunale uscente si ripresentano agli elettori per far rinascere Chieti è doveroso mettere in evidenza che nell’ultimo quinquennio hanno fatto ben poco, anzi  nulla,  per fermare il declino della Città che con grande presunzione vorrebbero continuare ad amministrare. Una delle note dolenti riguarda senza ombra di dubbio il Piano commercio per il quale, dopo anni, tutto è ancora fermo:  il documento redatto dopo un’infinità di riunioni, incontri e confronti resta a prendere polvere in qualche cassetto.  Un Piano commercio per il quale, tra l’altro, l’amministrazione comunale si è avvalsa del prezioso contributo di un valido professionista”.

A sostenerlo sono i candidati consiglieri comunali della lista Forza Chieti, a sostegno di Bruno Di Iorio, Maura Micomonaco, Emiliano Vitale, Marco D’Ingiullo e Stefano Costa.

“Abbiamo assistito a numerose riunioni, a Commissioni, a incontri con le associazioni di categoria per non ottenere nulla se pensiamo che oggi il Piano Commercio è di fatto in stand-by. In tal senso come Consiglieri comunali – proseguono  – avevamo accolto la proposta di un nuovo documento che si sarebbe dovuto materializzare in un “codice etico” di indirizzi strategici, anche alla luce delle problematiche emerse sul tema del ruolo che le grandi distribuzioni hanno avuto sul territorio del comune, con le conseguenze annesse sui commercianti storici del tessuto metropolitano. Del resto, sembra superfluo ricordare che il settore commercio è storicamente uno dei punti di forza del sistema economico della nostra città su cui, lo ribadiamo, è essenziale una rimodulazione programmatica ed una inversione di tendenza rispetto alle scelte  delle amministrazioni precedenti”.






“Noi, con senso di responsabilità e con grande lealtà abbiamo tentato di dare il nostro contributo costruttivo, presentando una serie di emendamenti migliorativi, approvati tra l’altro all’unanimità in Consiglio comunale, e infine votando il Piano nella speranza venisse attuato da subito. Cosa è successo dopo l’approvazione? Nulla. Solo qualche articolo di giornale per evidenziare un traguardo illusorio, utile solo a fare un po’ di pubblicità a un assessore che poi ha ceduto la delega al Commercio e che oggi, nonostante tutto, continua a pubblicare selfie a raffica nelle attività commerciali cittadine. Ci chiediamo cosa racconterà ai tanti esercenti che incontra?”.

“Forse di un Piano che c’è ma non si vede e forse non vedranno mai. Noi ribadiamo ciò che abbiamo scritto nel programma elettorale: per il rilancio del commercio e dell’economia della Città si devono realizzare due parcheggi, uno dietro il Tribunale e l’altro a Piazzale Marconi; poi è necessario ridare dignità all’Ospedale civile rendendolo facilmente raggiungibile e fruibile da tutti”, concludono Micomonaco, Vitale, D’Ingiullo e Costa.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: