ELEZIONI FRANCAVILLA: SARCHESE, “PER M5S CENTRALE TRANSIZIONE ECOLOGICA, RESTIAMO DISTANTI DA PD”

16 Settembre 2021 12:04

Teramo: ELEZIONI 2021

FRANCAVILLA – “La nostra proposta politica per Francavilla muove dei principi della transizione ecologica, centrale per il nostro leader Giuseppe Conte, che saranno calati concretamente nella realtà per rendere  nostra città più bella, vivibile e ospitale. Prioritario per noi e poi far fronte all’emergenza sociale scatenata dalla pandemia del covid, mettendo in campo tutte le forze risorse per aiutare chi rimane indietro”.

Così nell’intervista streaming alle ore 11 a Livio Sarchese, candidato sindaco di Francavilla per il Movimento 5 stelle e la civica Si amo Francavilla. Sarchese, avvocato di 55 anni, è leader cittadino del Movimento 5 stelle  e candidato sindaco anche nel 2016.

A Francavilla, 23.816 abitanti, a correre oltre a Sarchese sono il centrosinistra dell’avvocato Luisa Russo, assessore e delfino del sindaco Antonio Luciani, che non potrà ricandidarsi essendo al secondo mandato, per il centrodestra l’imprenditore Roberto Angelucci, ex sindaco, Franco Moroni, ex consigliere provinciale e assessore comunale di Fi. In pista anche Camillo Paolini, Moreno Bernini, Gianluca Baldassarre e Carmine Montebello.

Entrando nel concreto, Sarchese indica come centrali nel suo programma “la realizzazione del terzo depuratore, un’opera fondamentale che per anni non è stata realizzata. La città ha bisogno di opere pubbliche e di manutenzione, a cominciare da marciapiedi in condizioni pietose e in generale occorre maggiore decoro urbano.  Va rinnovata l’offerta turistica, allargata tutto il territorio, compreso quello collinare, che ha delle eccellenze da valorizzare. Occorre prendersi cura dei quartieri abbandonati a se stessi e garantire la sicurezza con postazioni mobili dei vigili urbani, ad esempio, aumentare l’illuminazione pubblica. Occorre dotare Francavilla di spiagge accessibili agli animali, aspetto non secondario per essere competitivi nel mercato turistico”.

Per quanto riguarda un eventuale alleanza con il centro-sinistra al secondo turno Sarchese taglia corto: “Il tema non me lo pongo nemmeno più al limite questa Alleanza era possibile farlo all’inizio è stato il Pd che ha deciso di andare per la sua strada ricandidando un espressione della maggioranza uscente con la quale mi sono scontrato in questi anni in consiglio comunale. Dunque non c’era, e non c’è tuttora nessun presupposto di convergenza”.

L’INTERVISTA IN DIRETTA

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: