ELEZIONI: IN ABRUZZO 6 SEGGI A FDI, 2 A PD E 1 A LEGA,
PER ULTIMI 4 POSTI LOTTA ALL’ULTIMO VOTO

ENTRANO OLTRE A MELONI, LIRIS, SIGISMONDI, TESTA, ROSCANI E SILVESTRI, PER I DEM D'ALFONSO E FINA, PER SALVINIANI BAGNAI. AL SENATO SE LA GIOCANO SOSPIRI E DI GIROLAMO, ALLA CAMERA TORTO, PAGANO, SOTTANELLI E DI PADOVA

26 Settembre 2022 02:42

Italia - Politiche 2022

L’AQUILA –  Sui 13 posti disponibili in base ai dati ancora parziali, nove sono sicuri: anche in Abruzzo Fratelli d’Italia fa il pieno portando in parlamento due senatori e quattro deputati, due seggi andranno al Partito democratico e uno alla Lega.

Al Senato eletti con certezza l’assessore regionale a Bilancio e Personale Guido Liris, aquilano e il segretario regionale del partito, Etel Sigismondi, originario di Vasto e aquilano di adozione.

Per il Partito democratico eletto il segretario regionale Michele Fina, di Avezzano.

Per il quarto seggio da senatore la battaglia all’ultimo voto è tra senatrice uscente del Movimento 5 stelle Gabriella Di Girolamo, di Sulmona, e per Forza Italia, Lorenzo Sospiri, pescarese e presidente del consiglio regionale.

Per quanto riguarda la Camera: nell’Uninominale L’Aquila Teramo, per Fratelli d’Italia eletta Giorgia Meloni, leader nazionale di Fratelli d’Italia, e premier in pectore,  poi altri due “paracadutati”, Fabio Roscani, presidente nazionale dei giovani di Fdi, romano e Rachele Silvestri, deputata uscente delle Marche. Strappa un posto per la camera però Guerino Testa, pescarese, capogruppo di Fdi in regione.

La Lega elegge con certezza l’economista toscano, Alberto Bagnai

Per il centrosinistra resta in parlamento, ma questa volta alla Camera, il pescarese Luciano D’Alfonso, senatore uscente e presidente della Commissione Finanze del Senato, ex presidente della Regione Abruzzo.

Al netto del “flipper” nazionale che si innesca con i resti, sarebbero eletti la deputata uscente del Movimento 5 stelle Daniela Torto, di Chieti il senatore uscente Nazario Pagano, coordinatore regionale di Forza Italia, pescarese.

Per l’ultimo posto sarebbe sfida all’ultimo voto tra il rosetano Giulio Sottanelli, segretario regionale di Azione di Calenda e  Stefania Di Padova assessora al Bilancio al Comune di Teramo, per il Partito democratico.

Le speranze del deputato uscente della Lega, Luigi D’Eramo, segretario regionale del partito, sono legate alla redistribuzione dei seggi a livello nazionale.

 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: