COMUNALI: ANALISI DEL VOTO DELLA LEGA, “RILANCIARE IL MODELLO L’AQUILA ALLE POLITICHE E REGIONALI”

17 Giugno 2022 10:56

L'Aquila - Politica

L’AQUILA – L’AQUILA  – Rilanciare il “Modello L’Aquila” che prende spunto dall’esito delle recenti elezioni comunali, dove la Lega è passata dal 6,7% delle amministrative 2017 per attestarsi ora al 12,5%, per guardare alle Politiche e alle Regionali.

Questa la proposta operativa dei vertici regionali del Carroccio, riuniti all’Aquila in una conferenza stampa per una prima analisi del voto delle amministrative.

Presenti il segretario regionale della Lega, il deputato Luigi D’Eramo, il vice presidente della Giunta regionale d’Abruzzo, Emanuele Imprudente, il senatore Alberto Bagnai, l’onorevole Antonio Zennaro, il coordinatore provinciale Tiziano Genovesi.

“Il grande risultato del nostro partito – ha detto D’Eramo – è la certificazione del buon lavoro all’interno dell’amministrazione, della giunta. Siamo il secondo partito in città e questo per noi è un dato assolutamente positivo”.

Un dato che permette al Carroccio di ambire ad almeno un posto in giunta: “Ai nostri elettori non interessa – ha sottolineato D’Eramo – se occuperemo il posto di vicesindaco o meno, ma di sicuro avremo una rappresentanza nell’esecutivo di Pierluigi Biondi. Ieri abbiamo riunito i candidati e abbiamo chiesto a loro di impegnarsi a dare il meglio per la crescita amministrativa di questa città, secondo una visione di città-territorio, in linea con il progetto della Grande Pescara (Pescara – Montesilvano – Spoltore) oppure l’unione dei comuni della Marsica. Tutte iniziative a cui stiamo lavorando, in sinergia con la politica locale”.

Nel ricordare che il dato alle urne dell’Aquila è tra migliori in Italia per la Lega, Zennaro e Bagnai hanno posto l’accento sulle opportunità in ambito economico e finanziario, grazie ai fondi europei, a partire dal Pnrr. Imprudente ha rilanciato la sfida dei prossimi appuntamenti elettorali. “Abbiamo tracciato la strada per le Politiche e per le prossime Regionali”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: