ELEZIONI L’AQUILA, CACCIA ALL’ULTIMO VOTO: GLI APPELLI DEI QUATTRO CANDIDATI SINDACO

LE INTERVISTE AD ABRUZZOWEB, BIONDI, "NON LASCIARE LA CITTA' A COALIZIONI LITIGIOSE E DIVISE"; DI BENEDETTO, "NOI LIBERI DA CONDIZIONAMENTI"; PEZZOPANE, "SINDACO HA TRADITO PROMESSE, NOI ABBIAMO GRANDI PROGETTI"; VOLPE, "SEMINIAMO IL FUTURO , FUORI DAI PARTITI"

10 Giugno 2022 15:41

L'Aquila - Abruzzo, Politica

L’AQUILA – Ultime luci della ribalta con i comizi di questa sera dei quattro candidati sindaco dell’Aquila, prima del voto di domenica, e ultimi appelli agli elettori e cittadini, raccolti da Abruzzoweb.

Il primo cittadino uscente e ricandidato per il centrodestra, Pierluigi Biondi, 47 anni,  appoggiato da Fdi, Lega, Fi, L’Aquila Futura, Civici Indipendenti per Biondi e L’Aquila al Centro, spiega che  “abbiamo davanti, grazie al buon governo di questi cinque anni, una stagione irripetibile, tanti progetti avviati, altri da mettere in cantiere, e la città che non può essere delegata a coalizioni litigiose al loro interno, anche in vista delle prossime elezioni regionali. Noi invece siamo uniti,  e abbiamo come unico interesse il bene della città e il benessere degli aquilani”.

Non la vede così il candidato il consigliere regionale abruzzese della lista civica Legnini Presidente, Americo Di Benedetto, 54 anni, ex Pd oggi leader del gruppo civico Il Passo Possibile ,appoggiato da “Il Passo Possibile”, L’Aquila Viva, formazione di riferimento ad Azione, e L’Aquila e Frazioni.

Di Benedetto si appella ad “una scelta  libera da condizionamenti, per una squadra fatta delle migliori professionalità espressione della città, che hanno la sensibilità di costruire un piano strategico e di crescita. Nel voto, cari cittadini, andate a vedere se ci sono le condizioni di poter amministrare liberi da condizionamenti, dagli equilibri di parte, dalle esigenze…occupazionali, prima che dedite alla preoccupazione di risolvere problemi ed individuare soluzioni”.

 

La deputata del Pd Stefania Pezzopane, 62 anni, a capo della coalizione di centrosinistra, sostenuta da Pd, L’Aquila Coraggiosa, L’Aquila Nuova, 99 L’Aquila, Demos e M5S, afferma che “il sindaco attuale ha tradito le promesse e ha deluso. Noi siamo pronti a fare grandi cose, con l’appoggio ai più alti livelli di governo, in virtù del Patto di Roma, perché è questo che serve a L’Aquila, che deve davvero diventare un capoluogo di Regione”.

 

Infine Simona Volpe, 53 anni, avvocato e manager privato in una multinazionale, candidato di un altra lista civica, LiberAquila: “La campagna elettorale è stata per me una esperienza incredibile, ho registrato intorno alla nostra proposta tanto entusiasmo ed energia, portiamo avanti progetto rivoluzionario, innanzitutto perché chiediamo ai cittadini essere protagonisti, svicolati di partiti  che non ci rappresentano. Tutto il nostro progetto è racchiuso nello slogan che abbiamo scelto:  m seminiamo il futuro”.

 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: