ELEZIONI, LOTITO CANDIDATO IN MOLISE: “CONOSCO L’ABRUZZO PERCHE’ MIO NONNO ERA DI AMATRICE”

29 Agosto 2022 17:06

Italia - Politica, Politiche 2022

L’AQUILA – “È vero, io non conosco il Molise, anche se conosco l’Abruzzo perché mio nonno era di Amatrice”.

Una “gaffe”, quella di Claudio Lotito, presidente della Lazio candidato all’uninominale del Senato nel collegio del Molise, che non è passata inosservata, anche se poi ha provato a chiarire. Raggiunto al telefono dal Corriere, Lotito ha replicato: “Quando mio nonno è nato, Amatrice si trovava in Abruzzo. Solo nel 1927 è entrata a far parte della provincia di Rieti”.

L’imprenditore romano ha tentato così di giustificare la sua candidatura in una regione a lui ignota, a margine dell’incontro al Centrum Palace per la presentazione dei candidati di Forza Italia.

Tanto è bastato ad innescare la polemica.

Sui social in tanti hanno preso di mira Lotito ricordando che Amatrice non si trova in Abruzzo (era comunque nella provincia dell’Aquila fino al 1927), ma nel
Lazio. Nello stesso intervento a Campobasso il presidente biancoceleste è inciampato quando ha parlato delle potenzialità turistiche del Molise chiamando la località sciistica di Campitello Matese “Civitello Matese”.

“Lotito sposta Amatrice in Abruzzo. Il problema del candidato Lotito, paracadutato dalla destra in Molise, non è che non conosce il Molise, ma che non conosce neanche il Lazio. Gli consiglierei di riprendere in mano un libro di geografia, quella che si studia perfino alle elementari. Eviterebbe cosi di fare queste figuracce”, scrive in una nota Enzo Foschi, vicesegretario del Pd Lazio.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: