ELEZIONI ROSETO, ALTRACITTA’ LAVORA AL PROGRAMMA: PUNTI CHIAVI PER LA LA DIGITALIZZAZIONE DEL COMUNE

28 Novembre 2020 08:46

ROSETO DEGLI ABRUZZI – La lista civica Altracittà nel suo percorso di aggregazione e ascolto, continua a lavorare alla creazione di una lista, che all’interno di una coalizione civica possa esprimere idee programmatiche valide e innovative.

“Nel confronto interno degli ultimi periodi è emersa l’importanza della trasformazione digitale e come essa stia ridisegnando radicalmente anche il modo in cui i cittadini interagiscono con il mondo delle Istituzioni” afferma Gianni Mazzocchetti coordinatore del gruppo civico.

“Il contesto di costante evoluzione tecnologica impone degli investimenti in tal direzione e Altracittà apre alla trasformazione digitale del nostro Comune, dal ciclo di formazione, gestione e conservazione in modalità digitale alla trasformazione dei documenti analogici in documenti digitali. Non bisogna re-inventare la ruota ma decidere di affidarsi ad un team di esperti e cercare di attingere a fondi ad hoc destinati. In tal modo tramite una gestione centralizzata si aumenta in efficienza e questo porterà ad una semplificazione della macchina amministrativa e ad una serie di vantaggi anche in termini economici”, aggiunge Mazzocchetti.

Cerca poi di entrare nello specifico Davide Nespoli, informatico e membro del gruppo civico: “bisogna distinguere tra “digitalizzazione” e cioè tutto il ciclo della formazione, della gestione e della conservazione effettuato in modalità “nativamente” ed “esclusivamente” digitale (con relativo accesso telematico al patrimonio informativo pubblico) e “dematerializzazione“ ovvero il processo di trasformazione dei documenti analogici in documenti digitali. Un’amministrazione dovrebbe  orientare  le sue azioni in questa duplice direzione e farlo con assoluta e ferma convinzione dall’inizio del suo mandato e per tutto il suo percorso”

“Bisogna avere il coraggio di affermare che la trasformazione digitale più che  essere un punto di primaria importanza per il nostro Comune si possa ormai considerare un requisito di imprescindibile necessità destinato ad abbracciare il più possibile ogni ambito di applicazione soprattutto alla luce degli eventi che hanno caratterizzato l’attuale momento storico – continua Nespoli – altrimenti la pandemia, e la crisi che ha generato, avranno lasciato soltanto un senso di sfiducia, incertezza, sconfitta, fallimento quando invece l’intelligenza umana si manifesta anche, se non soprattutto, nella capacità di saper cogliere opportunità nelle difficoltà e di sapersi adattare a nuove modalità da cui non possono che derivare vantaggi e benefici innegabili”

“Altracitta’ sceglie insomma di lavorare ad un nuovo paradigma di amministrazione fatto di parole come semplificazione, trasparenza, qualità dei servizi in rete. Tutto ciò presuppone una modifica radicale del modello organizzativo che porti alla  cittadinanza digitale in grado di accedere telematicamente al patrimonio informativo pubblico fornendo servizi in rete, e riducendo gli accessi fisici agli uffici. Il nostro gruppo, in continua crescita, ha già avviato un laborario attivo di idee per sviluppare un modello che porti la futura amministrazione ad essere finalmente innovativa ed efficiente”, concludono i membri del gruppo civico.




 

 

 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: