ELEZIONI SULMONA: LA PORTA, “CIVISMO HA FALLITO, CENTRODESTRA DI MASCI PUO’ FAR RINASCERE CITTA'”

10 Settembre 2021 16:05

L'Aquila: ELEZIONI 2021

SULMONA – “A Sulmona il civismo che ha amministrato la città negli ultimi anni ha fallito. Occorre ora rimboccarsi le maniche perché i problemi da affrontare sono tantissimi, dalla carenza di posti di lavoro al il nucleo industriale desertificato, occorre creare opportunità per i giovani, un nuovo protagonismo nella cultura e nel turismo a partire delle tante importanti iniziative che già in questa città hanno luogo. Ponendo al centro poi ovviamente la difesa strenua del nostro tribunale, a rischio chiusura”.

Così nell’intervista streaming di Abruzzoweb il consigliere regionale della Lega, Antonietta La Porta, candidata  consigliere comunale a Sulmona a sostegno di Vittorio Masci sindaco del centrodestra, nella lista della Lega.

A Sulmona,  24.454 abitanti,  Masci, sostenuto da  Lega, Fdi e Fi, dovrà vedersela con Andrea Gerosolimo, ex assessore di centrosinistra della giunta di Luciano D’Alfonso, eletto con Abruzzo civico, e poi costante spina nel fianco dell’ora senatore. Marito del sindaco di Prezza e consigliere regionale Marianna Scoccia, che ha sostenuto nella precedente elezione l’attuale primo cittadino di Sulmona, Anna Maria Casini, con Gianfranco Di Piero, per la coalizione “Liberamente Sulmona”, di cui fanno parte anche il Partito democratico e il Movimento 5 stelle. E ancora Italia Viva, Sinistra Italiana, Azione e Sbic. E con avvocato Elisabetta Bianchi, che corre con Direzione Sulmona.

“Tutti questi obiettivi  – spiega La Porta – presuppongono per essere realizzati, una forte interazione con il governo regionale e nazionale e questo non può farlo il civismo, ma partiti strutturati come quelli della coalizione del centrodestra, che possono garantire una politica di filiera ed efficacia all’azione amministrativa”.

Tra le sue sua attività in consiglio regionale, La Porta sottolinea l’impegno per quanto riguarda le politiche sociali e dei beni culturali, e segnatamente,  per “un progetto di legge che intende realizzare qui a Sulmona il primo museo italiano, e il terzo in Europa, dedicato al realismo, una importantissima corrente pittorica che non ha avuto finora una adeguata rilevanza”.

LA DIRETTA

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: