ELEZIONI VASTO: NOTARO, “CITTA’ ALLO SBANDO, URGE PROGRAMMAZIONE, IDEE E CAPACITA’ REALIZZATIVA”

14 Settembre 2021 16:14

Chieti: ELEZIONI 2021

VASTO – “Questa città è agonizzante, allo sbando, non c’è stata per anni programmazione, un’idea di sviluppo, una seria progettualità. Eravamo baricentro di 40 comuni del vastese, dal mare alla montagna e abbiamo perso questo ruolo, parchi e verde pubblico sono abbandonati, il decoro latita, le reti idriche sono un colabrodo,  lungo la costa non ci sono state questa estate iniziative di rilievo, degne di una località vocata al turismo, se non qualche manifestazione e non di alto livello, la macchina amministrativa è ridotta ai minimi termini”.

Avrà pur fatto il giudice di pace per oltre 22 anni, l’avvocato Alessandra Notaro, ma si mostra a dir poco bellicosa, ora che per la prima volta è scesa nell’agone politico come candidata sindaco di Vasto,  sulle orme del padre Nicola Notaro, sindaco di Vasto negli anni ’70.

A sostenerla  Azione, il partito di Carlo Calenda, ex ministro e candidato sindaco di Roma,  La Buona stagione, Vasto e Vasto 5.0.

Città più grande al voto ad ottobre, con 38.747 abitanti,  a Vasto corrono anche il sindaco uscente del centrosinistra, Francesco Menna, l’avvocato Guido Giangiacomo, fondatore di Forza Italia cittadina e consigliere comunale uscente, il Movimento 5 stelle, con Dina Carinci,  l’avvocato Angela Pennetta, con la civica L’Arcobaleno e Anna Rita Carugno, con la sua lista  animalista “Movimento Ora, rispetto per tutti gli animali”.

Tra le priorità, in caso di elezione, Notaro indica “un sistema di digitalizzazione del comune per favorire la partecipazione degli abitanti e la maggiore efficienza, la riqualificazione dei quartieri, l’efficientamento energetico di tutti gli edifici pubblici, a partire dalle scuole. È urgente poi mettere mano al sistema idrico che fa acqua da tutte le parti, eliminare gli scarichi a mare che una città turistica come la nostra non si può in alcun modo permettere. Il nostro sogno è poi una tariffazione dell’imposta dei rifiuti basata sulle l’effettiva produzione, e non so i metri quadri. Una delle priorità resta ovviamente lo sviluppo del porto”.

In caso di ballottaggio preciso Notaro a prescindere da passerà secondo turno, noi siamo aperti al confronto con tutte le forze politiche senza nessuna preclusione come e’ è normale giusto che sia per una forza civica come la nostra”.

LA DIRETTA

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: