ELEZIONI ROSETO, CARDINALI: “MIO PROGRAMMA? ASCOLTARE I CITTADINI E TROVARE SOLUZIONI A PROBLEMI”

8 Settembre 2021 15:27

Teramo: Abruzzo

ROSETO – “Nelle campagne elettorali che hanno visto impegnata negli ultimi anni ho compreso che al di là del programma presentato agli elettori, quello che poi è importante e ascoltare attentamente il territorio e farsi interprete dei suoi bisogni, per dare risposte concrete a livello istituzionale. Anche quello che farò qui a Roseto se eletta”.

Così nell’intervista streaming ad Abruzzoweb, Simona Cardinali, consigliere regionale e candidata consigliere comunale a Roseto degli Abruzzi alle elezioni del 3 e 4 ottobre.

La Lega sosterrà Roseto il candidato William Di Marco, assieme a Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Nella lista della Lega anche il deputato Giuseppe Bellachioma, ex coordinatore regionale.

La sfida sarà con il sindaco uscente Sabatino Di Girolamo appoggiato dal Partito democratico Articolo uno, con l’ex assessore regionale del partito popolare ed ex deputato del partito democratico Tommaso Ginoble, con Mauro Nugnes, di Spazio civico appoggiato da un altro big di Roseto Giulio Sottanelli, ex deputato di scelta Civica e ora coordinatore regionale di azione, con il  Movimento 5 stelle di Rosaria Ciancaione.

Simona Cardinali, 49 anni è entrata in consiglio regionale  a novembre 2020 scorso grazie al meccanismo della surroga, prendendo il posto di Pietro Quaresimale, diventato assessore a Lavoro e Sociale, come prima dei non eletti a Teramo, ottenendo ben 3.997 preferenze.

La sua carriera è iniziata ben 22 anni fa, come consigliere comunale per tre legislature nella sua Mosciano Sant’Angelo.

Parole di condanna da parte di Cardinali degli atti di vandalismo che hanno interessato questa notte la sede elettorale del suo partito.

“Un gesto inciviltà gratuita da condannare con tutte le forze un cesso che rappresenta lo posto della libertà e della democrazia e condivido l’appello del mio partito ad abbassare i toni a portare avanti la campagna elettorale sui contenuti e nel rispetto reciproco”.

Entrando nel merito delle questioni in campo a Roseto spiega Cardinali: “va recuperato un ritardo e  una inadeguatezza nelle politiche urbanistiche e penso in particolare alla mancanza cronica di parcheggi, raccogliere le istanze gli agricoltori dell’area del Borsacchio, mettere al centro è l’azione amministrativa il distretto sanitario, fare di più è meglio per il turismo e per il nostro porto turistico, e molto altro ancora”.

Sul fronte del consiglio regionale spiega infine Cardinali, “il mio impegno è ora concentrato su un progetto di legge che intende introdurre la figura del mediatore familiare nei consultori. Una esigenza che mi è stata segnalata da tanti cittadini, soprattutto in un periodo segnato dall’ emergenza covid, in cui le violenze in famiglia sono aumentate. In tempi non sospetti era già stato individuata come sede del progetto pilota proprio Roseto, assieme a Teramo”

L’INTERVISTA

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: