EUROSERVIZI: BUSSOLOTTI PRONTO AD AZIONI LEGALI DOPO NOTA DI “LAVORATORI NON ISCRITTI A UGL”

5 Marzo 2021 20:03

L’AQUILA – Si accende lo scontro nella tormentata vicenda di Euroservizi, società in house della Provincia dell’Aquila, ad un passo dalla definitiva liquidazione dopo che è deragliata l’ipotesi di riassorbimento in Abruzzo Engineering, società in-house della Regione Abruzzo, e dove i nove addetti sono senza stipendio da 48 mesi e ora rischiano il licenziamento.

Ad innescare la miccia una nota arrivata ieri  a nome dei “lavoratori non iscritti all’Ugl”, da parte di Pietro Di Piero, uno degli addetti iscritto alla Cgil, che ha puntato il dito contro l’Ugl e il suo segretario provinciale, Roberto Bussolotti, nonché contro il “quadro della società”, ovvero Fabrizio Sciarra, reputati tra i responsabili del mancato del salvataggio della società. E’ emerso però, in seguito a verifiche, che la nota in realtà, pur esprimendo legittime critiche, non è stata affatto sottoscritta e condivisa dalla maggioranza dei lavoratori, quelli appunto non iscritti all’Ugl.

Tolti infatti i tre iscritti all’Ugl, Laura Verderosa, Raffaella Sibilla e Giovanni Stracquadaino, il quadro Fabrizio Sciarra, non iscritto al sindacato e parte in causa, nonchè l’estensore della nota, Pietro Di Piero, della Cgilm  dei cinque lavoratori rimanenti “non iscritti all’Ugl”, da quanto si apprende, Luigi Stornelli e Alessia Pietropaoli, non iscritti al sindacato, non avrebbero sottoscritto la nota, come pure Mario Esposito, iscritto alla Cgil. Contattato da Abruzzoweb, il lavoratore Fabrizio Dionisi, Cgil, sostiene di non condiviso il contenuto della nota, e di averla letta solo una volta pubblicata dai giornali on line.

Si apprende anche che Bussolotti si è rivolto ai legali al fine di verificare attraverso l’autorità giudiziaria se si può agire contro gli autori della nota, a suo dire “non rispondente alla verità”.

Il duro comunicato stampa di Pietro Di Piero è una risposta a quello dell’Ugl, che ha criticato l’operato dell’ex assessore comunale e attuale amministratore della Gsa Alessandro Piccinini, commissario liquidatore di Eursoservizi, che si è appena dimesso dalla carica.

Di Piero ha definito “vergognoso l’attacco dell’Ugl al commissario liquidatore Alessandro Piccinini che è stato tra coloro che fino alla fine si è dato da fare per la ricerca di soluzioni per garantire una nuova possibilità lavorativa. Un attacco fatto da un’organizzazione sindacale che non rappresenta i nostri interessi e non solo perché è più che minoritaria al nostro interno ma perché ha scelto altre strade anziché quella di dare un contributo costruttivo per il nostro futuro lavorativo”. (f.t.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: