FALSA TESTIMONIANZA A PROCESSA, TRE CONDANNE A DUE ANNI AD AVEZZANO

16 Giugno 2021 10:39

AVEZZANO – Hanno testimoniato il falso durante un processo per aggressione e sono stati condannati a 2 anni di reclusione da tribunale di Avezzano, i fratelli Danilo e Luciano D’Ovidio e Stefano Vulpiani, tutti residenti nel capoluogo marsicano e difesi dagli avvocati Antonio Pascale e Carmelo Occhiuto, mentre la parte offesa, ovvero il ferito, era assistita dall’avvocato Roberto Verdecchia.

Come si legge sul quotidiano Il Centro, secondo l’accusa avevano testimoniato in concorso a favore di un concittadino accusato di lesioni aggravate, durante il processo avvenuto nel 2013.

In particolare, la vicenda riguardava un’aggressione avvenuta fuori dal locale in via Corradini nel 2009 e l’imputato era stato condannato a tre anni e due mesi di reclusione, a seguito delle gravi lesioni riportate da una delle persone coinvolte, che lo avevano costretto a 40 giorni di reclusione per la rottura del setto nasale e la distorsione di un dito.

Dal processo era emersa la responsabilità del fratello più grande, condannato, mentre il fratello minore era stato assolto dall’accusa di lesioni aggravate con la formula dubitativa. Per uno dei due erano scattati anche l’interdizione dai pubblici uffici per la durata di cinque anni e il pagamento della provvisionale pari tremila euro e le spese legali. Il giudice del tribunale di Avezzano, Marco Scimia, aveva trasmesso gli atti per tutti i testimoni per il reato di falsa testimonianza. Iniziò così il processo a carico dei testimoni.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: