FONDI CIPESS, D’ALFONSO: “MELONI TRATTA ABRUZZESI COME ABITANTI DI FONTAMARA E MARSILIO TACE”

29 Febbraio 2024 16:26

Regione - Politica

PESCARA – “Giorgia Meloni annuncia risorse per la velocizzazione della linea ferroviaria Pescara-Roma stanziate dal Cipess ma non dice che quei fondi sono soltanto una parte dei soldi che furono tolti all’Abruzzo dal suo governo nell’estate scorsa: tra giugno e luglio 2023 l’esecutivo nazionale si è ripreso 1 miliardo 465 milioni 170mila euro, ora ci restituiscono 720 milioni ma voglio ricordare alla premier due cose: 1)    mancano ancora 745 milioni per completare la restituzione dei fondi tagliati l’anno scorso; 2)    mancano ancora 5 miliardi 585 milioni per completare il finanziamento dell’intera opera, il cui costo complessivo ammonta a 6 miliardi 305 milioni”.





Così, in una nota, il deputato Pd Luciano D’Alfonso.

“C’è poi un aspetto etico di tutta questa vicenda – aggiunge – Dal suo insediamento (ottobre 2022) il governo Meloni ha solo tagliato risorse per l’Abruzzo:1)   nell’ultima Legge di bilancio ben 350 milioni – 150 nel 2024 e 200 nel 2025 – sono ‘volati’ dall’alta velocità sulla linea ferroviaria adriatica a quella sulla tratta Milano-Genova; 2)   la revisione del PNRR effettuata dal governo Meloni e approvata dall’UE a fine novembre 2023 ha tolto all’Abruzzo 555,4 milioni di euro, annullando ben 1.861 progetti”.





“È squallido dare le elemosina con una mano mentre si è abbondantemente preso con l’altra. L’esecutivo di centrodestra fa il gioco delle tre carte e la giunta regionale in scadenza subisce in silenzio. Con Luciano D’Amico al timone della Regione Abruzzo non saremo più gli abitanti di Fontamara”, chiosa D’Alfonso.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: