FONDI EUROPEI: FEBBO, ”SUPERATI OBIETTIVI, REGIONE PUNTA AD AUMENTO OCCUPAZIONE”

13 Dicembre 2019 13:56

PESCARA – “La Regione Abruzzo procede in maniera spedita nella spesa dei fondi destinati ai vari assi e programmi stabiliti: si attesta a 25.225.477 euro lo stato di avanzamento della spesa del nostro programma Por Fesr 2014-2020, superando di ben euro 2.325.335 il target di spesa dell’N+3 del 2019, e non siamo ancora al 31 dicembre”. 

A dichiararlo, in una nota, è l’assessore regionale alle Attività Produttive Mauro Febbo che spiega: “Siamo stati in grado di utilizzare bene i fondi messi a disposizione nel Programma Operativo cogliendo le opportunità fornite dall’Europa, come siamo allineati alle richieste dell’Europa e non si perderanno somme rispetto alla dotazione finanziaria stabilita dal programma operativo”. 

“Mi preme sottolineare – aggiunge Febbo – come la spesa maggiore si registri sull’Asse I ovvero ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione e sull’Asse III, competitività del sistema produttivo, a testimonianza del fatto che l’Abruzzo guarda con attenzione alle sfide del futuro e cerchi di innalzare i propri livelli di competitività in un mercato dinamico che cambia repentinamente”.





“Siamo ormai a fine programmazione ed è importante accelerare su alcune Azioni fondamentali del Fesr. All’ultimo Tavolo di monitoraggio, abbiamo chiesto come sia indispensabile per l’Abruzzo rivedere alcune azioni e concentraci su altre. Infatti dobbiamo puntare a migliorare e selezionare la qualità della spesa, modificando quella parte della programmazione, che non abbiamo scritto  noi, per adeguarla alle esigenze del territorio con la creazione di nuove opportunità di sviluppo ed investimento per le aziende e quindi incrementare i posti di lavoro”. 

“E farlo tenendo conto di quella che sarà la nuova programmazione 2021-2027 che questo Governo regionale con anticipo già sta cominciando a ragionare e confrontarsi”, conclude Febbo,

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!