FONDI PER SCUOLE INNOVATIVE, GRIPPA: “IN ABRUZZO INTERESSATI 252 COMUNI, 90 NEL CHIETINO”

2 Luglio 2021 10:09

Regione: Scuola e Università

CHEITI – Sono in arrivo i 40 milioni di euro per la costruzione di scuole innovative nei comuni con popolazione inferiore a cinquemila abitanti compresi nei territori delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

È stato, infatti, pubblicato l’avviso pubblico per il finanziamento di interventi finalizzati alla costruzione di scuole innovative a valere su risorse dell’Inail, nell’ambito del piano triennale di investimenti immobiliari 2021-2023.

I Comuni interessati devono far pervenire la propria candidatura, utilizzando esclusivamente la piattaforma informatica, pena la non ammissione alla presente procedura, nell’apposita pagina dedicata del sito di edilizia scolastica al seguente link: https://www.istruzione.it/edilizia_scolastica/fin-fondi-inail.shtml entro e non oltre le ore 15.00 del giorno 6 agosto 2021.

Così in una nota la deputata Carmela Grippa, capogruppo in Commissione Infanzia e Adolescenza che soddisfatta per questa nuova disponibilità di risorse afferma: “Una nuova misura per contrastare il fenomeno dello spopolamento dei piccoli comuni del Mezzogiorno d’Italia, nell’ambito del piano triennale di investimenti immobiliari 2021-2023 che lascia ben sperare per le Scuole dei piccoli comuni abruzzesi e di conseguenza per le famiglie che vi sono residenti. In Abruzzo sono 252 i comuni interessati, 90 nel Chietino. Gli Enti interessati possono presentare richiesta di finanziamento sia in forma singola che associata, per la costruzione di una scuola innovativa da destinare a scuola dell’infanzia o a polo d’infanzia, scuola primaria o secondaria di primo grado ovvero a un istituto comprensivo”.

“Le scuole dovranno avere le caratteristiche di cui all’articolo 1, comma 153, della Legge per la Buona Scuola (Legge 107/2015), cioè essere scuole innovative dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica, caratterizzate dalla presenza di nuovi ambienti di apprendimento e dall’apertura al territorio”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: