FONDI RETE OSPEDALIERA COVID: VERI’, ‘REGIONE NON HA PENALIZZATO SULMONA”

13 Agosto 2020 12:59

SULMONA –  “Va fatta chiarezza sulla questione dei fondi statali destinati agli ospedali abruzzesi per far fronte all’emergenza Covid. C’è infatti un po’ di confusione, soprattutto per quanto riguarda l’ospedale di Sulmona”.

Lo puntualizza l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì.

“I fondi statali – continua – sono infatti destinati a due tipologie di interventi, ben distinti e separati. Una quota del finanziamento sarà utilizzata per il potenziamento del numero dei posti letto di terapia intensiva e semi-intensiva per i pazienti Covid. Questi fondi verranno utilizzati negli ospedali dei 4 capoluoghi di provincia e al presidio di Avezzano, inseriti dalle Asl nella rete dei nosocomi Covid. Rete nella quale non figurano neppure Vasto e Lanciano, che sono ospedali di primo livello, uno dei quali (Vasto, ndr) ha anche un reparto di malattie infettive. Dire quindi che la Regione ha penalizzato Sulmona (che nella classificazione degli ospedali varata dal precedente governo di centrosinistra è diventata presidio di base) è semplicemente falso”.




L’altra linea di finanziamento riguarda, invece, l’adeguamento dei pronto soccorso per l’emergenza Covid.

“Su questo fronte – aggiunge l’assessore Verì – la Asl provinciale dell’Aquila si è vista assegnare una dotazione complessiva di un milione di euro, così suddivisi: 300mila ciascuno per i pronto soccorso dell’Aquila e Avezzano, ospedali di primo livello e 200mila ciascuno per i presidi di base, dunque Sulmona e Castel di Sangro. Respingo, dunque, con forza le accuse lanciate da qualche esponente della minoranza, che evidentemente non ha approfondito l’argomento, incorrendo così in un clamoroso errore”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: