FRECCETTE: FESTA A SCOPPITO, EMANUELA MANCINI DA VIGLIANO VICE CAMPIONESSA D’EUROPA A SQUADRE

di Annachiara Valente

20 Luglio 2022 08:34

L'Aquila - Cronaca

SCOPPITO – È uno sport che rientra tra quelli, a torto, definiti minori ma nella sua Scoppito (L’Aquila), in particolare nella frazione di Vigliano dove vive, Emanuela Mancini è diventata un personaggio al quale la Comunità ha fatto sentire calore e affetto oltre che sentimenti di ringraziamento per quella importante medaglia di argento ai campionati europei di freccette, Soft Dart per la precisione.

Alla neo vice campionessa a squadre i suoi compaesani hanno tributato festeggiamenti sinceri e collettivi per l’ottimo risultato ottenuto in Spagna, a Benidorm.





Per il prestigioso riconoscimento in onore della 36enne, nei giorni scorsi nella sala dei Talenti della galleria Pegaso a Scoppito, è andato in scena, in un clima di festa ed emozioni, un evento promosso dall’Associazione culturale “I Monelli di Vigliano”, presieduta da Mario, fratello di Emanuela, di cui lei stessa è socia, che ha come obiettivo “l’insegnamento del rispetto del territorio e l’aggregazione come forma di condivisione”.

Ad Emanuela è stata consegnata una targa a nome dell’associazione e del Comune di Scoppito. L’azzurra ha vinto la medaglia di argento con una squadra composta da 8 atlete, tra cui altre 2 abruzzesi: Maria Pia Baldassarre di Pescara e Erika Montanaro di Chieti.

Emanuela ha cominciato per gioco questo sport andando oltre le più rosee aspettative e arrivando al secondo gradino del podio: è stata convocata in nazionale per la prima vota in Nazionale a gennaio 2020, ma a causa del Covid, per gareggiare Emanuela ha dovuto attendere quest’anno. Nel lontano 2011 era diventata campionessa provinciale, poi regionale fino alla conquista della medaglia d’argento agli Europei nel 2022.





“E pensare che è nato tutto per gioco – ha commentato ad Abruzzoweb la neo campionessa europea -. Dopo il terremoto del 2009 la noia, i locali chiusi, alla fine le freccette erano una scusa per incontrarci tra amici e passare il tempo insieme. Poi, per un periodo ho staccato, ma alla fine eccomi qua. Ringrazio la coach Francesca Terrosi e il capitano di squadra Chiara Sarnari. Inoltre, ringrazio mio fratello Mario, presidente de ‘I Monelli’, la squadra ‘Oh Dart’ e tutte le belle e valide persone che sono nella mia vita. Senza di loro non sarebbe stata la stessa cosa. Quindi grazie a tutti”.

Alla cerimonia sono intervenuti, tra gli altri, Guido Ranieri, neo presidente del consiglio comunale di Scoppito che ha anche la delega allo sport, Alessio Albani, vicesindaco, Enrico Silvestri, delegato provinciale della Fidart Italia, Italo Galgani, presidente dell’Associazione ‘Immota Manet Darts’. Oltre al parroco della frazione di Vigliano, don Juvence Velondranzana: “Se Emanuela è arrivata a questi livelli è perché è brava davvero. Lo sport non si corrompe – ha spiegato il sacerdote.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: