FURBETTI DEL CARTELLINO: A SULMONA 7 CONDANNE DALLA CORTE DEI CONTI

19 Novembre 2020 15:19

SULMONA – Sette condannati e undici prosciolti. È questo l’esito del procedimento avviato dalla Corte dei Conti nei confronti di diciotto dipendenti del comune di Sulmona finiti sotto inchiesta per assenteismo. La sentenza è stata notificata oggi a distanza di quasi un anno di distanza dalla prima camera di consiglio.

I giudici contabili, nel provvedimento di 115 pagine, hanno ravvisato responsabilità per sette dipendenti comunali che dovranno risarcire l’ente con un importo che oscilla da 500 euro a 8500 euro. Sono esenti da ogni responsabilità erariale gli altri undici dipendenti che erano stati chiamati a rispondere del loro comportamento davanti alla Corte dei Conti. Si chiude quindi il filone amministrativo dell’inchiesta avviata da Procura e Guardia di Finanza nel 2016 sui cosiddetti “furbetti del cartellino” del comune di Sulmona.




Resta aperto il processo penale a carico di sei persone come pure la parte disciplinare dell’inchiesta con il ricorso intentato dall’unico dipendente licenziato. Una vicenda che suscitò clamore all’epoca dei fatti e vedeva 48 dipendenti coinvolti tra i quali anche dirigenti e funzionari.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: