FURTI IN CASE DI ANZIANI IN 7 REGIONI: TRE CONDANNE

15 Ottobre 2019 19:03

ANCONA – Maxi condanna ad Ancona per tre persone di origine rom, residenti in Lazio, dedite ai furti in casa di anziani, individuate nel 2018 dai carabinieri di Numana con l'operazione “Go away”.

Ieri il gup Francesca De Palma ha condannato, in abbreviato, tre dei componenti del gruppo accusati di furto e rapina.

Si tratta di Susanna Dzabiroski, 21 anni, condannata a 5 anni e 2 mesi di carcere, Mica Javanovic, anche lui 21 anni (5 anni e 4 mesi) e Angelica Nicolic, 20 anni (3 anni e 5 mesi). Per un quarto imputato Mario Fedeli, 49 anni, si procederà con un rito ordinario. Per i quattro è caduta invece l'accusa di associazione a delinquere.





“Devo affittare un appartamento in questo palazzo, posso vedere com'è il suo?”: con questa e altre richieste inventate abbordavano gli anziani suonando al loro campanello. La Procura ha contestato almeno 21 colpi in cinque mesi (20 furti e una rapina consumati tutti nel 2018) in varie regioni italiane (Marche, Toscana, Umbria, Abruzzo, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia).

Le donne si occupavano di guadagnarsi la fiducia delle vittime e gli altri si impadronivano di denaro e preziosi.

A far scattare l'indagine dei militari guidati dal luogotenente Alfredo Russo, era stata una rapina commessa il 29 marzo 2018 a Sirolo, ai danni di una 80enne. Due erano entrati in casa e, al sopraggiungere della figlia dell'anziana, erano scappati con un bottino di 500 euro, spingendo la donna contro un muro.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!