G20 DI ROMA, AL VIA VERTICE GRANDI DELLA TERRA
IMPONENTI LE MISURE SICUREZZA

30 Ottobre 2021 08:29

Italia: Politica

ROMA –  Il G20 di Roma – prima riunione in presenza dei leader mondiali in oltre due anni a causa della pandemia – si apre oggi alle 11.45 dopo che il premier Mario Draghi avrà accolto tutti i leader alla Nuvola all’Eur, a partire dalle 10. La prima sessione sarà dedicata a “Economia globale e salute globale”, quindi alle 15 ci sarà un evento a margine sul sostegno alle piccole e medie imprese ed alle attività gestite dalle donne con l’intervento della regina Maxima d’Olanda.

Durante i lavori, a quanto si apprende, ci saranno delle interruzioni per dare modo ai capi di Stato e di governo di avere una serie di incontri bilaterali, anche fuori del contesto del G20. Alle 19 è previsto per i leader e le consorti un evento culturale alle Terme di Diocleziano, quindi saranno ospiti del presidente della Repubblica Sergio Mattarella per una cena al Quirinale.

Domani, domenica 31, dopo la photo-op alle 9, e dopo un evento a margine sul ruolo del settore privato nella lotta ai cambiamenti climatici che avrà il principe Carlo come speaker, i leader riprenderanno i lavori alle 11.05 con la sessione su “Cambiamenti climatici ed energia”, quindi alle 13.50 la sessione su “Sviluppo sostenibile” e alle 15.40 la sessione conclusiva, con l’adozione della dichiarazione finale.

Per le 16.15 è prevista la conferenza stampa del premier Mario Draghi e a seguire ci saranno quelle degli altri leader internazionale.

Dai giovani in piazza per l’energia, fino ai sindacati e gli antagonisti del Governo Draghi, saranno in molti a manifestare nel prossimo week end. In campo, a garantire la sicurezza, ci saranno oltre 6.500 uomini e donne delle forze di polizia e dell’Esercito, sia per motivi di ordine pubblico, sia per eliminare la minaccia di eventuali atti terroristici che per contrastare le possibili opere di sabotaggio dell’evento attorno all’area di massima sicurezza fra Nuvola di Fuksas e Palazzo dei Congressi.

Oggi saranno attese oltre 10 mila persone, provenienti non solo da tutta Itali per la principale iniziativa di contestazione al G20.

Il corteo preannunciato in Questura dagli organizzatori, dovrebbe snodarsi dalle 15 da piazzale Ostiense alla Bocca della Verità, e quindi anche al Circo Massimo. Iniziativa annunciata dai Cobas che ha già ricevuto l’adesione di numerosi movimenti.

“Noi saremo in piazza all’interno di una grande coalizione di lavoratori/trici, studenti, giovani, ambientalisti, organizzazioni femministe, antirazziste, antifasciste, pacifiste, per la giustizia economica, sociale, ambientale, climatica, per la dignità delle persone e del lavoro, per costruire un futuro – quell’altro mondo possibile e necessario per cui ci siamo battuti, e ci battiamo, fin da Genova e Porto Alegre 2001 con il movimento altermondialista – libero da guerre, muri, razzismi, dittature e fascismi”, ha fatto sapere Piero Bernocchi   portavoce nazionale COBAS – Confederazione dei comitati di base che ha spiegato in una nota: “Il cortep raggiungerà Bocca della Verità, in un blocco unitario di tutto il sindacalismo di base e conflittuale, di nuovo insieme dopo il successo dello sciopero generale dell’11 ottobre e come ulteriore passaggio di un percorso che avrà altre tappe rilevanti nei mesi di novembre e dicembre durante la discussione e le decisioni alle Camere sulla manovra finanziaria e sull’uso delle risorse del PNRR”.

L’allerta sicurezza è alta, non solo per possibili incidenti alla manifestazione, ma anche per la possibile volontà dei gruppi No Green Pass e No Vax di manifestare. Sabato, invece, avrà luogo una manifestazione “contro il governo Draghi e il governo dei banchieri” per cui la Questura ha previsto misure rafforzate in piazza San Giovanni. “Dopo gli aumenti di luce e gas, le cartelle esattoriali, il colpo dell’INPS agli invalidi (fino al 99%), i licenziamenti per delocalizzazioni e green pass, il governo del banchiere ci riserva la balla dei canali tv che ‘saltano’ e che ‘obbligano’ a cambiare la tv e quindi spender altri soldi, specie da parte degli anziani una vera bufala. Anche per questi motivi manifesteremo Sabato 30 Ottobre a Roma a Piazza San Giovanni dalle ore 14.30”, ha detto Marco Rizzo del Partito Comunista.

All’evento, si legge sul volantino, parteciperanno Associazione e rivista Cumpanis, Centro Culturale Proletario, Federazione Gioventù Comunista, Gramsci Oggi, Movimento per Rinascita del P.C.I e l’Unità dei Comunisti, Partito Comunista, Patria Socialista, Spread.it, Riconquistare l’Italia e Gruppi Fb ‘Contro la Fornero’.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: