“GIORNATE FAI D’AUTUNNO”: AL VIA XII EDIZIONE, IN ABRUZZO 36 APERTURE ECCEZIONALI

6 Ottobre 2023 17:59

Regione - AbruzzoGreen, AbruzzoWeb Turismo, Cultura

L’AQUILA – In Abruzzo 36 aperture eccezionali, inaccessibili o poco note in 12 borghi e città.

Sabato 14 e domenica 15 ottobre 2023 tornano, per la dodicesima edizione, le Giornate Fai d’Autunno, l’amato e atteso evento di piazza che il Fai (“Fondo per l’ambiente italiano”, ente del terzo settore) dedica ogni anno al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. Durante il fine settimana, animato e promosso dai gruppi Fai Giovani, assieme a tutti i volontari della Rete territoriale della fondazione, saranno proposte speciali visite a contributo libero in 700 luoghi straordinari in oltre 350 città d’Italia, spesso inaccessibili o semplicemente insoliti, originali, curiosi, poco conosciuti e valorizzati (elenco dei luoghi aperti e modalità di partecipazione su www.giornatefai.it).

Il programma dell’edizione 2023 in Abruzzo è stato presentato questa mattina nella sede del consiglio regionale a Pescara alla presenza del presidente del Fai Abruzzo e Molise Roberto Di Monte e dell’assessore al Turismo Daniele D’Amario che hanno illustrato il valore dell’iniziativa. “Con le Giornate Fai di Autunno – arrivate alla dodicesima edizione – ha spiegato il presidente del Fai Abruzzo e Molise Roberto Di Monte – ogni anno si rinnova l’occasione per scoprire luoghi bellissimi della nostra regione in un periodo particolare dell’anno nel quale le atmosfere dei luoghi assumono luci e colori davvero particolari. Come di consueto, si tratta di aperture al pubblico straordinarie, con un ventaglio di opzioni che spaziano tra attualità storia, arte, natura, artigianato, tradizioni e letteratura, elementi fondamentali della nostra identità e della nostra storia. Sono possibili queste aperture eccezionali grazie al lavoro straordinario e alla passione dei volontari delle nostre delegazioni”.

“Un lavoro svolto in sinergia con le scuole e gli studenti impegnati nel progetto ‘Apprendisti Ciceroni’, con le associazioni locali, la Protezione civile, la Croce rossa e l’Arma dei carabinieri che ci supportano da anni, ma soprattutto con gli enti locali e i privati cittadini che aprono le porte delle loro dimore. Questo rende l’evento così unico nel suo genere”.

“Seguo ormai da anni e partecipo con interesse alle iniziative del Fai – dice l’assessore al Turismo Daniele D’Amario – un’organizzazione che in Italia e in Abruzzo fornisce un contributo volontario fondamentale per la valorizzazione e la promozione del patrimonio artistico, architettonico e ambientale. Un lavoro prezioso svolto non solo attraverso il presidio costante di salvaguardia delle nostre bellezze ma anche con iniziative come le Giornate Fai che consentono a grandi e piccoli visitatori di fare dei veri e propri viaggi nel tempo per conoscere non solo luoghi non abitualmente accessibili ma anche arti e mestieri che contribuiscono ad accrescere in tutti noi la cultura della conservazione e della tutela e a tramandare una memoria sulla quale costruire il futuro. Anche questa volta il Fai Abruzzo e Molise presenta un programma di aperture davvero originale e questo non fa che rafforzare la mia convinzione che gli operatori professionali così come quelli culturali possono mettere in campo tutta la loro capacità per promuovere un Abruzzo più nascosto, più intimo e per questo più autentico e più sostenibile perché lontano dai consueti circuiti del turismo”.





La nota:

A chi desideri partecipare verrà suggerito un contributo libero, che andrà a sostegno della missione e dell’attività del Fai. Le Giornate Fai d’Autunno sono l’evento principale della grande campagna nazionale di sensibilizzazione e raccolta fondi “Ottobre del Fai”, promossa dalla fondazione a sostegno del patrimonio culturale e ambientale del nostro Paese. A partire dal 2023, infatti, ottobre sarà per il Fai e i suoi iscritti “il mese del patrimonio”. Che è di tutti, e verso cui tutti hanno una responsabilità. Non a caso, lo slogan di Ottobre del Fai è “Fai la tua parte”: perché il destino dell’Italia è nelle nostre mani, e tutti possiamo esserne protagonisti. Durante le Giornate Fai d’Autunno tutti gli iscritti al Fai potranno beneficiare degli accessi prioritari in ogni luogo aperto, di aperture e visite straordinarie in molte città e altre opportunità e iniziative speciali. In occasione di Ottobre del Fai, a chi si iscriverà per la prima volta al Fai – sia online che presso i luoghi aperti – sarà dedicata una agevolazione di 10€ in meno su ogni tipologia di quota.

Le giornate Fai d’Autunno si inquadrano nell’ambito delle iniziative di raccolta pubblica di fondi occasionale (Art 143, c 3, lett a), Dpr 917/86 e art 2, c 2, D Lgs 460/97). A coloro che decideranno di partecipare verrà suggerito un contributo libero utile a sostenere la missione di cura e tutela del patrimonio culturale italiano della fondazione. Gli iscritti al Fai e chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento potranno beneficiare dell’accesso prioritario in tutti i luoghi e di aperture e visite straordinarie in molte città e altre agevolazioni e iniziative speciali. Le Giornate Fai d’Autunno 2023 si svolgono con il patrocinio della Commissione europea, della Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della Protezione civile, del Ministero della cultura e con l’Alto patrocinio di Regione Abruzzo.

Si ringrazia per la collaborazione il Ministero della difesa, lo Stato maggiore della Difesa e le Forze armate che durante le Giornate Fai d’Autunno concedono l’apertura di alcuni loro luoghi simbolo. Un ringraziamento per il generoso sostegno alla buona riuscita della manifestazione all’Arma dei carabinieri per il contributo alla sicurezza dell’evento e un grazie particolare alla Croce rossa italiana per la partnership consolidata e per aver concesso anche in questa occasione l’apertura di suoi beni. Grazie al Fondo edifici di culto che in questa occasione permette l’apertura di tre suoi beni in Umbria. Le Giornate Fai d’Autunno chiudono la settimana di sensibilizzazione Rai dedicata ai beni culturali in collaborazione con il Fai. Dal 9 al 15 ottobre, come ormai da oltre 10 anni, Rai conferma l’impegno del Servizio Pubblico multimediale alla promozione, cura e tutela del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico italiano.

Rai sarà infatti in prima linea al fianco del Fai con tutti i canali radiofonici e televisivi e attraverso RaiPlay per creare un racconto corale che metterà al centro la bellezza e la sostenibilità del nostro patrimonio. Rai è Main Media Partner del Fai e supporta in particolare le Giornate Fai d’Autunno 2023 anche attraverso la collaborazione di Rai per la Sostenibilità Esg. Le Giornate Fai d’Autunno 2023 sono rese possibili grazie al fondamentale sostegno di importanti aziende illuminate: Ita Airways, Main Sponsor, ha scelto di affiancare il Fai per contribuire alla tutela del patrimonio italiano di arte e natura.





La sostenibilità, in termini sociali, ambientali e culturali, è parte integrante della strategia della Compagnia che già dallo scorso anno aderisce al Fai anche in qualità di Corporate Golden Donor. Groupama Assicurazioni, tra i principali player nel settore assicurativo in Italia, da sempre impegnata nella salvaguardia del nostro patrimonio e già Corporate Golden Donor del Fai, per il primo anno accanto alla Fondazione anche in qualità di Sponsor dell’evento. Despar Italia, insegna della distribuzione alimentare presente in 17 regioni italiane e da oltre sessant’anni attenta alle esigenze dei territori in cui è presente, dal 2022 amica del Fai e per il primo anno Sponsor dell’evento. Si ringrazia Ferrero, azienda storicamente vicina al Fai da sempre impegnata nello sviluppo delle comunità e al rispetto dell’ambiente, per il prezioso sostegno all’evento.

Grazie inoltre a Ferrarelle, acqua ufficiale del FAI e Partner degli eventi istituzionali, che ha donato il suo prodotto per l’iniziativa e presente nella lista dei luoghi visitabili con il suo Parco Sorgenti di Riardo (Caserta), patrocinato dal Fai ed esempio virtuoso di gestione responsabile delle risorse custodite e di valorizzazione del patrimonio agricolo-paesaggistico. Grazie di cuore alla Rete dei Volontari del Fai – 132 delegazioni, 110 Gruppi Fai, 93 Gruppi Fai Giovani e 8 Gruppi Fai Ponte tra culture – e a tutti i volontari attivi in Italia, per il loro enorme impegno a individuare i luoghi e organizzare le aperture che verranno offerte al pubblico.

Un ringraziamento anche ai 9.000 Apprendisti Ciceroni, studenti appositamente formati in collaborazione con i loro docenti, che hanno l’occasione di accompagnare il pubblico in visita nei luoghi aperti dal FAI nel loro territorio, sentendosi direttamente coinvolti nella vita sociale e culturale della loro comunità. Ringraziamo infine in modo speciale i proprietari delle centinaia di luoghi aperti in aggiunta ai nostri Beni e le amministrazioni comunali che hanno accolto questa iniziativa.

Elenco completo dei luoghi visitabili in Abruzzo e modalità di partecipazione su:
https://fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/i-luoghi-aperti/?regione=ABRUZZO

Si raccomanda di controllare sul sito i giorni e gli orari di apertura prima della visita e se è necessaria la prenotazione. Verificare sul sito anche eventuali variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©






    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale





    Commenti da Facebook

    RIPRODUZIONE RISERVATA
    Download in PDF©


      Ti potrebbe interessare:

      ARTICOLI PIÙ VISTI:


      Abruzzo Web