GIUNTA ABRUZZO: PIANO OPERATIVO COMPLEMENTARE, DANNI AGRICOLTURA, TUTTI I PROVVEDIMENTI

26 Febbraio 2024 15:08

Regione - Politica

L’AQUILA – La Giunta regionale, su proposta del presidente, Marco Marsilio, nell’ambito del Programma Triennale della viabilità regionale 2008-2010, ha approvato la proposta da inviare al Consiglio regionale di rimodulazione dell’intervento denominato – “S.S.V. Avezzano-Sora (SS n. 690) Lavori di realizzazione di un sottopasso di collegamento alla S.P. n.67 di “San Vincenzo Valle Roveto”, con un intervento di pari importo, pari ad 850mila euro, denominato “Interventi di manutenzione straordinaria e potenziamento ed adeguamento della rete stradale di competenza provinciale denominato “Opere di messa in sicurezza della S.P. 66 – S.P. 67 – S.P. 68 – S.P. 90 – S.R. 82”.

Via libera al Programma Operativo Complementare POC Abruzzo 2014-2020 per un importo complessivo pari ad oltre 146 milioni 447 mila euro. Gli interventi contemplati sono i seguenti:

1) rafforzamento della ricerca, dello sviluppo tecnologico e dell’innovazione (3milioni 800mila euro)
2) miglioramento dell’accesso alle TIC, nonché l’impiego e la qualità delle medesime (6milioni 850mila euro)
3) promozione della competitività delle PMI (26milioni 550mila euro)
4) sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori (10milioni 500mila euro)
5) promuovere l’adattamento climatico, la prevenzione e la gestione dei rischi (14milioni 500mila euro)
6) preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse (29milioni 350mila euro)
8) promuovere un’occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori (28milioni 961mila euro)
9) promuovere l’inclusione sociale e combattere la povertà e ogni discriminazione (10milioni 330mila euro)
10) investire nell’istruzione e nella formazione professionale per la competenza e l’apprendimento permanente (10milioni 740mila 464 euro)
11) rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e un’amministrazione pubblica efficiente (675mila euro)
12) assistenza tecnica (4milioni 220mila 589 euro).





Su iniziativa del vicepresidente, Emanuele Imprudente, per effetto degli eventi calamitosi di aprile maggio 2023 che hanno portato ad una riduzione della produzione di oltre il 70% di uva da vino, si è resa necessaria la revoca dei provvedimenti regionali precedentemente adottati nell’anno 2023, relativi all’applicazione della Legge n. 238 del 2016 sul vino DOC, Montepulciano e Pecorino IGT.

Sempre su input di Imprudente, la Giunta regionale ha integrato la propria precedente delibera n. 757 del 2023, che proponeva al Ministero Agricoltura, la declaratoria dell’eccezionalità dei danni arrecati alla viticoltura abruzzese a causa degli attacchi di peronospora (plasmopara viticola) in conseguenza dell’eccezionale andamento meteorologico avverso, qualificabile come eccesso di pioggia, verificatosi nei mesi da aprile a giugno 2023. L’integrazione si è resa necessaria al fine di inserire, nella delimitazione dei territori, alcuni Comuni delle Province di Pescara e di Teramo la cui superficie vitata è superiore a 4 ettari (dati schedario viticolo) e con i fogli di mappa in cui la coltivazione della vite è significativa.

Approvato un protocollo d’intesa tra la Regione e le quattro Province, finalizzato al coinvolgimento degli enti locali nell’attività di sperimentazione finalizzata alla digitalizzazione dei dati ambientali dei piani urbanistici comunali per la gestione integrata delle informazioni ambientali e per la gestione coordinata dei processi di valutazione ambientale strategica.

Su proposta dell’assessore Nicoletta Verì, approvato lo schema e proroga per il triennio 2024 – 2026 del Protocollo d’Intesa tra la Regione Abruzzo e l’A.R.T.A. (Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente) per l’attuazione delle azioni e degli interventi previsti nel Piano della Prevenzione 2021/2025. Il Piano si avvale di una programmazione sanitaria basata su una rete coordinata e integrata tra le diverse strutture e attività presenti nel territorio, anche al fine di disporre di sistemi flessibili in grado di rispondere con tempestività ai bisogni della popolazione, per garantire interventi di prevenzione anche per la tutela dell’ambiente, esigenze soddisfatte anche dalla collaborazione con l’ARTA. L’A.R.T.A. si impegna a realizzare gli obiettivi e programmi assegnati da parte del Servizio Sanità Veterinaria e Sicurezza Alimentare, secondo specifici cronoprogrammi annuali che dovrà consegnare alla Regione Abruzzo entro il 30 novembre dell’anno precedente l’anno cui si riferiscono.





Via libera a nuove linee guida per l’autorizzazione e l’accreditamento delle strutture sanitarie delle strutture sanitarie per il trapianto di organi.

Approvati, su proposta dell’assessore Nicola Campitelli, gli indirizzi per l’adozione di un atto di coordinamento tecnico, che stabilisca istruzioni tecniche per la predisposizione delle misure preventive e protettive per l’accesso, il transito e l’esecuzione dei lavori di manutenzione in quota in condizioni di sicurezza. Nello specifico, la Regione Abruzzo si prefigge l’obiettivo di ridurre il numero di incidenti derivanti dalle cadute dall’alto, attraverso l’emanazione di un regolamento sulle misure preventive e protettive per l’accesso, il transito e l’esecuzione dei lavori in quota in condizioni di sicurezza.

Su input dell’assessore Mario Quaglieri, approvato l’aggiornamento degli elenchi dei soggetti componenti il gruppo amministrazione pubblica e il perimetro di consolidamento della Regione Abruzzo ai fini della predisposizione del bilancio consolidato dell’ente per l’anno 2023. La proposta concerne l’aggiornamento degli elenchi dei soggetti componenti il Gruppo Amministrazione Pubblica (G.A.P.) e il perimetro di consolidamento della Regione Abruzzo ai fini della predisposizione del Bilancio Consolidato dell’Ente per l’anno 2022.

In relazione al preconsuntivo dell’esercizio finanziario 2023, deliberata l’applicazione delle quote accantonate e vincolate dell’avanzo di amministrazione presunto dell’esercizio finanziario 2023.
Disco verde, infine, ad una variazione al bilancio di previsione finanziario 2024-2026 per l’utilizzo di quote vincolate del risultato di amministrazione, in base alle richieste, pervenute dai vari Servizi e Dipartimenti, di reinscrizione di fondi derivanti da assegnazioni vincolate in economia.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: