GRAN SASSO INSTITUTE AFFITTA 40 CAMERE AL GRAND HOTEL, ”UN CAMPUS CON EX GIL”

di Alberto Orsini

21 Settembre 2017 07:02

L'Aquila -

L’AQUILA – I 40 dottorandi del Gran Sasso Science Institute, la seconda università dell’Aquila ad alta specializzazione scientifica, alloggeranno per i prossimi 6 anni presso il Grand Hotel alla Villa comunale, recentemente riparato dai danni del terremoto del 6 aprile 2009.

Lo ha annunciato ad AbruzzoWeb il rettore del Gssi, Eugenio Coccia, a margine della conferenza di presentazione della quarta Notte dei ricercatori che si svolgerà nel capoluogo il prossimo 29 settembre.

“Il Grand Hotel diventerà il nostro studentato – spiega – L’accordo, come tutti i contratti d’affitto, è stato stipulato con la proprietà dell’edificio e sarà per 6 anni. È previsto solo l’alloggio, non il vitto nel bar vicino”.

Quanto alla copertura finanziaria, Coccia nel frangente non ha saputo quantificare con precisione rinviando ai documenti, “comunque si tratta di prezzi di mercato, tra i 100 e i 200 mila euro all’anno”.

La provenienza dovrebbe essere dal bilancio del Gssi, che costa 3 milioni di euro all’anno allo Stato, budget che ha creato invidia e polemiche in passato nella prima Università, con Coccia che ha sempre rimarcato come sia in linea con le altre scuole d’eccellenza italiane.

Facendo i calcoli, comunque, a seconda dell’ammontare esatto, ognuno dei nuovi 40 dottorandi, da scegliere tra oltre 1.400 domande, costerà tra 200 e 400 euro al mese a studente.

I dottorandi, peraltro, ricevono una borsa di 17 mila euro annui tra i quali rientrerà anche questo nuovo servizio di “accomodation”.

L’istituto di ricerca, nato su input dell’allora ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca e del commissario per la ricostruzione e presidente della Regione, Gianni Chiodi, si sta ampliando sempre più anche a livello strutturale nella zona della Villa.

Come già noto, oltre al primo edificio in viale Crispi, l’antica Gioventù italiana del littorio (Gil) femminile, avrà anche la ex Gil maschile, nel vicino complesso di palazzo dell’Emiciclo in via Iacobucci, i cui lavori di riparazione sono praticamente terminati.

“Il rettorato si trasferirà nell’edificio di fronte, la ex Gil maschile concessa dal Consiglio regionale – ricorda Coccia – mentre con lo studentato al Grand Hotel la piazza della Villa comunale diventerà un piccolo campus del Gssi e questo è un motivo di integrazione importante con la città”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: